mercoledì 21 aprile 2010

LA RUCHETTA DELLA CAMPAGNA...PASTA,RUCHETTA POMODORINO E RICOTTA DURA DELLA MURGIA

 Oggi splende il sole da stamattina!!! Finalmente...questa primavera altalenante non ne vuole sapere di piantare le tende sul nostro belpaese!!!! E pare che ancora gironzolerà per altri lidi nei prossimi giorni!
Intanto io sempre più Violadipendente vado su e giù con la piccolina razziando a più non posso ogni attimo di sole ed aria profumata!
E tornano in mente le scorazzate giovanili di questo periodo dell'anno quando spensierata potevo allora ,per piacere,come ora,per dovere,fare lunghe passeggiate ......
Da giovane (hei..ma lo sono ancora che credete!!!!), anzi diciamo da ragazza  (va che è meglio!!) ogni pomeriggio di sole era occasione con mia sorella e le mie zie,lasciare tutto a casa ,e scappare per una passeggiata profumata nei campi intorno alla nostra città fino a quando papà si decise a comprarne una tutta per noi ...e da allora ancora di più ,in primavera ci prendeva la voglia di correre nella nostra campagna e godere dei primi calori del sole!!
Ma per le campagne il nostro divertimento principale era raccogliere fiori ed erbe di campo.
Che dirvi.....  sono una nostalgica ed ogni tanto dovrò tediarvi con i miei ricordi fanciulleschi!!
Questo porta a riflettere e penso che si parli volentieri dei periodi belli della propria vita...e così è per me!
Tutto questo antefatto per raccontarvi che domenica ho raccolto della ruchetta  di campo....la più buona e profumata per insalate e ,perchè no, un primo particolare che da noi è diffuso e ricercato











INGREDIENTI

1 mazzetto di ruchetta selvatica
300 gr di pomodorini rossi
1 spicchio d'aglio
200 gr di ricotta dura poco stagionata
400 gr. di pasta corta (io pennette rigate Voiello)
60 gr. di olio evo
sale
pepe

Si prepara in pochissimo tempo
Staccare le foglioline di ruchetta e sciacquarle due o tre volte.
Mettere al fuoco la pentola per la pasta e su un altro fornello una padella con olio e spicchio d'aglio intero.
Far rosolare l'aglio, toglierlo ed unire i pomodorini,salare e pepare. Cuocere per 10 minuti.
Grattugiare la ricotta dura..........apro parentesi..........La ricotta dura è un formaggio tipico di questa zona , ma si trova ora ovunque, Si tratta di una ricotta salata e stagionata al punto da poter essere grattugiata.Ora la differenza sta nel punto di maturazione della stessa:deve rimanere morbida al tatto e sciogliersi a contatto con la pasta bollente. Se così non sarà,comprometterà la riuscita del piatto!......
.....Chiudo parentesi.
Quando l'acqua bolle versarvi metà della ruchetta,salare e cuocere per 5 minuti.Unire la pasta e portare a cottura.
Prima di spegnere unire l'altra ruchetta tralasciandone un ciuffetto.
Scolare e condire col sughetto di  pomodorino e cospargere di ricotta dura e ruchetta completamente cruda spezzettata.






12 commenti:

  1. o mamma mia che fame... che bel primo piatto!!!!

    RispondiElimina
  2. 26 gradi oggi a Bologna e via coi sandali e con vestiti leggeri, ma come dici tu del domani non c'è certezza! Prendiamo al volo un boccone della tua pasta, delizia delle delizie, amiamo la ricotta stagionata e la ruchetta è immancabile in questa stagione ed anche in estate anche da noi!
    Baciotti da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  3. Che bel primo piatto saporito,semplice e colorato!!!Si vede proprio che la bella stagione è in arrivo!!!! Bravissima!!! bacioni.

    RispondiElimina
  4. Ciao che bel piatto di pasta sento il profumo della rughetta fin qui!!!Bravissima bacioni!!!!!

    RispondiElimina
  5. Carissima Anna che emozioni mi hai comunicato con il tuo post!!!mi hai ricordato la mia infanzia quando con la mia nonna andavamo a raccogliere le erbe selvatiche dei campi per leddarle e rifarle in padelle o per il crostino toscano o per i tortelli o le frittelline...che sapori!!!a primavera tutt'ora non rinuncio alla ricerca per nessuna cosa la mondo.un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Ora più che mai mangerei quel gustosissimo piatto di penne super buone!!! la rughetta e favolosa, ciao.

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia! Un piatto molto appetitoso! Bravissima. Bacioni

    RispondiElimina
  8. La ruchetta mi piace tantissimo, specialmente quella selvatica dev'essere ancora più saporita. Certamente avrà dato un tocco speciale alla tua pasta. Per quanto riguarda l'aglio orsino ti ho risposto sul mio blog. Bacioni e buona giornata!

    RispondiElimina
  9. Sono ricette antiche ma sempre attuali ..la ruchetta poi conferisce un sapore ineguagliabile e con la ricotta semistagionata ( e il cacioricottacome ci starebbe nemo?)...è il masssimo!
    baci

    RispondiElimina
  10. questo è uno dei miei piatti preferiti! troppo buono!

    RispondiElimina
  11. non ho mai fatto la pasta così, devo provarla al più presto...buon w.e.

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.