sabato 19 marzo 2011

LE FRISELLE PUGLIESI CON LIEVITO MADRE NELLA MDP

A chi non è capitato di vedere o mordicchiare e assaporare le mitiche friselle condite con pomodoro olio e origano?
Le ho tranquillamente e con facilità fatte con la mia MDP  " Girmi mp 15"












eccola in una foto presa dal web!!







ingredienti


300 gr. di  L.M. rinfrescato 2 volte in 24 ore
300 gr. di acqua t.a.
300 gr. di semola rimacinata
300 gr. di farina 00
10 gr. di olio
18 gr. di sale




inserire gli ingredienti nell'ordine nel cestello e impostare il programma impasto ( 1 ora e 30 ). Se nella fase dell'impasto la massa dovesse sembrare un po' dura unire 2 cucchiaini di acqua ( io li ho aggiunti). Terminata la lievitazione, prelevare la pasta e suddividerla in pezzi del peso tra i 90 e i 100 gr.,  formare tanti bastoncini da chiudere ad anello  formando ciambelline.
Poggiarle su una teglia  coperta con carta da forno  distanziandole per dare spazio nella lievitazione, coprire il tutto con un panno pulito e porre a lievitare in forno spento con lucina accesa e un pentolino di acqua calda per creare la giusta umidità e avere quindi una quasi perfetta camera di lievitazione.
Io ho ricavato 14 ciambelle usando ovviamente due teglie  e dopo 4 ore ecco il risultato!














Ho tolto le teglie e il pentolino dal forno e l'ho portato alla temperatura di 220°.
Ho infornato le teglie una alla volta per 10 minuti  e tolte dal forno







a questo livello di cottura







Ho abbassato la temperatura a 180° e aspettato che le ciambelle si raffreddassero un po' prima di tagliarle a metà , facendo attenzione ad essere abbastanza precisa in modo da avere friselle dello stesso spessore onde evitare che alcune si bruciassero durante la seconda fase di cottura








guardate che bella alveolatura!!!



posizionarle allineate senza sovrapporre una accanto all'altra e infornare per circa 20 minuti; a 170°-180° dipende dal proprio forno.
Una volta terminata la cottura si possono mettere tutte insieme in un'unica teglia e lasciarle per 30 minuti ancora, nel forno spento semiaperto










Conservarle fredde in una busta e al momento di usarle passarle velocemente sotto il rubinetto e condirle con olio pomodoro sale e origano, eventualmente "arricchendole" con olive o cipolla o acciughe o quello che vi piace!!!!....anche se io le preferisco semplici con alcuni pomodori rossi e saporiti e  un ottimo olio di frantoio!!!!



p.s.
...e per chi non ha il lievito madre??...come giustamente mi faceva notare  Nonna Sole ,che saluto con simpatia e affetto,chi non lo ha può sostituirlo ora che fa un po' freddino con 3/4 di lievito di birra su 500 gr. di farina ( o 5 gr. di lievito secco), più il là ne basterà metà....!!

14 commenti:

  1. Una frisella fatta in casa in modo impeccabile, nutriamo gli stessi piaceri per la cucina lievitati e pesce... Il condimento è risaputo per la bontà che da alla frisella, buona domenica.

    RispondiElimina
  2. Ossignur come son buone.. io le mangiavo appunto condite come dici tu.. olio, pomodoro, sale ed origano.. ehehe son stata per 11 anni con una persona con parenti giù a Brindisi.. le mangiate di friselle si sprecavano!!! Sei stata bravissima Anna!!! baci buona domenica :-)

    RispondiElimina
  3. ohhhhhh nooooooooooooooo che spettacolo! le adooro e ora che so come farle le faccioooooooooooo grazie tesoro! baciii

    RispondiElimina
  4. Queste friselle devono essere strepitose! Complimenti per il risultato veramente eccellente!!! Un bacione e felice domenica

    RispondiElimina
  5. Che belle!!! Finalmente ho trovato la ricetta!!!
    Se non ho il lievito madre, con quanto lievito potrei sostituirlo?
    Un grosso abbraccio!!!

    RispondiElimina
  6. Grazie tesoro!!! Guarda che non è un complimento finto, le farò davvero. Mi fanno venire in mente l'estate!!!

    RispondiElimina
  7. buonissime e ideali da mangiare col pomodoro mmmmmm bravissima davvero..
    by lia

    RispondiElimina
  8. Per le friselle ho un'amore sviscerato.... complimenti! io non ho il coraggio di farle :) ho paura che non mi riescano proprio eheh ^_^

    RispondiElimina
  9. ciao,Anna,piacere di conoscerti^;^ieri cercavo la ricetta delle friselle con il lievito naturale e sono arrivata a te...la tua ricetta mi ha ispirato fiducia :))cosi' le ho provate..non sono venute belle come le tue,ma per essere la prima volta,mi accontento...grazie mille,complimenti per il tuo blog e a presto ;0))

    RispondiElimina
  10. Ciao, quando dici che il lievito va rinfrescato 2 volte in 24 ore... intendi che dovrei partire da 150 gr di lievito, rinfrescarlo, dopo 12 ore prendo da questo ultimo 150 gr e lo rinfresco di nuovo per ottenerne 300gr?

    Da pugliese ti dico che il tuo risultato è OTTIMO! Vorrei farle anche io ma sono agli inizi con il levito madre. Grazie mille!!!

    RispondiElimina
  11. @ Giupp rinfresca 150 gr. di lm. ripeti scartando metà ottenendo così 300 lm rinfrescato 2 volte

    RispondiElimina
  12. Dopo il pane e le pucce salentine fatto le frise : spettacolari, grazie

    Walter

    RispondiElimina
  13. ma una volta passate sotto l'acqua restano morbide?

    RispondiElimina
  14. ma una volta passate sotto l'acqua restano morbide

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.