lunedì 28 febbraio 2011

E' TARDI MA VA BENE PER OGNI ROMANTICA OCCASIONE.....la cena di S. Valentino



Sapori del mare Adriatico



profumi di mare e terra





dolce coccola agli agrumi
( piccoli cuori tostati di plum-cake al limone che coprono dolci fette di agrumi bagnati al cointreau)

BRODO INSAPORITORE DI CROSTACEI.....io lo chiamo BISQUE...ma si dice FUMETTO

Quando  è tempo di scampetti piccoli piccoli  che vanno a buon prezzo, li compro e con i corpi faccio una gustosa frittura o spaghettata e con le teste approfitto per preparare un brodo di crostacei che poi congelo nelle vaschette del ghiaccio e conservo per insaporire salse e sughi di pesce....è un ottimo rimedio insaporitore credetemi!!!
si può anche preparare con scarti di pesce ma secondo me con i crostacei è tutta un'altra cosa!!!



ingredienti
Le teste di 1 kg. di scampetti o scarti di crostacei e pesce
3 cucchiai di oli
1 bicchierino di brandy
1 piccola cipolla
1 foglia di alloro
qualche grano di pepe nero
1 gambetto di sedano
1 piccola carota
1 pomodoro
1 rametto di prezzemolo (compreso lo stelo)
sale q.b.


Mettere nella pentola le teste  degli scampi e l'olio. Rosolare un po' quindi bagnare col brandy.
Far sfumare, unire tutti gli aromi compreso il sale, coprire d'acqua e cuocere per mezz'ora dal bollore.
Far raffreddare Filtrare il tutto pressando le teste con una forchetta per raccogliere anche il cucco in esse contenuto. Mescolare.
Riempire le vaschette  del ghiaccio e mettere in freezer.
Una volta congelato il tutto, conservare i cubetti in un sacchetto da freezer e il gioco è fatto!!



Hei guardate che la foto sopra no rappresenta caramelle gelee!!!
Sono i cubetti della mia bisque!!!

^_____________^

grazie Max

sabato 26 febbraio 2011

CROCCHETTE POLPETTE PALLINE....sempre dentice è!!



Quando il pesce è di notevoli proporzioni, è logico e scontato giocare con le cotture.....una delle preferite è questa che viene preparata con la parte di pesce lesso che avanza (non sempr capita però).
Di solito la forma è quella delle classiche frittelle fatte a cucchiaiate, questa volta ho voluto dare una forma più accattivante che le fa somigliare davvero a crocchette o polpette.



ingredienti

una porzione di pesce lesso , circa 200 gr. (nel mio caso dentice)
2 uova per l'impasto + 1 per impanare
1 cucchiaio di formaggio pecorino romano
circa 2 gr, di lievito di birra
1 ciuffetto di prezzemolo e maggiorana tritati
2 cucchiai di farina o poco più (dipende dalla grandezza delle uova)
sale q.b.
pepe q.b.
pangrattato per impanare
olio e.v.o. per friggere



sbriciolare e liberare da tutte le spine il pesce




in una ciotola che poi contenga il tutto sbattere le uova con lievito sbriciolato,formaggio, farina spezie sale e pepe; il composto deve esseree abbastanza compatto ma fluido, una pastella insomma.
Coprire e lasciare al caldo (nel forno spento con luce di cortesia) per un'ora almeno




Incorporare il pesce alla pastella e con e mani umide formare delle polpette da passare nel pangrattato,
nell'uovo battuto con un po' di sale e di nuovo nel pangrattato.



friggere in abbondante olio di olive e gustare calde (ma sono buone anche fredde.....se avanzano)


chissà se è l'ultima puntata dedicata al dentice.....



non credo.....

venerdì 25 febbraio 2011

POLENTA CON SALSICCIA E PUNTINE DI MAIALE


Scusate ....ma  con il freddo che fa...la polenta ci azzecca davvero!!!



Ingredienti
4 pezzi di salsiccia a punta di coltello di maiale
300 gr. di puntine di maiale
1 cipolla
1/2 gambo di sedano
1/2 carota
1/2 peperoncino piccante
1 cucchiaio di olio
1 cucchiaio di aceto bianco
1/2 di bicchiere di vino rosso
300 gr. di salsa di pomodoro
sale q.b.

1 scatola di polenta a cottura veloce
1.700 gr. di acqua
1 cucchiaio di olio
sale q.b.



Tritare nel mixer cipolla sedano e carote


e metterle in una pentola con 1 cucchiaio di olio e la carne




Lasciare andare a fuoco dolce e sfumare dopo con l'aceto e il vino.
unire la salsa di pomodoro e cuocere per un'ora



Cuocere la polenta seguendo le indicazioni...io metto un po' d'acqua in più perchè ci piace morbida




Servirla accompagnata dal sugo al maiale




Speriamo sia l'ultimo colpo di coda dell'inverno!!!

mercoledì 23 febbraio 2011

LATITANZA.....scaloppina all'arancia.....di dentice






Va bene ,..... la cosa è andata così : questo post ho cominciato a scriverlo appena tornata da Roma e prima della maratona per il compleanno della principessina mia dove per diversi giorni mi sono rimbecillita appresso alla pdz e giuro che mai più ....ormai non c'ho più l'età.....e si che ho lavorato tanta pasta di sale e fatte tante roselline e bamboline che mi uscivano da sole dalle mani!!!
comunque questo post e quello su S. Valentino giacciono in attesa da dieci giorni!?!
Ho deciso di postare come avevo programmato senza cambiare granchè anche se magari sembreranno un po' anacronistici...pensando che infondo le chiacchiere che precedono le ricette son sempre chiacchiere e che il succo del post non cambia....cioè la ricetta!!
^_________^








Mi sono presa una settimana di ....meditazione!!!.....no, no, non è vero...è che mi sono ,invece, concessa quattro giorni di relax e sono "fuggita" a Roma .
Molti diranno "relax nel caos di Roma?"..si, si, per me andare lì è sempre una gioia ..un sentirmi appagata dai monumenti, mostre e tramonti che sempre affascinano! Ma avete mai visto un tramonto da piazza del quirinale o dal Pincio??? roba da fa accapponare la pelle credetemi!!





E tra una cena a Trastevere e lunghe caminate a naso in su e a bocca aperta







ho trascorso qualche giorno rilassante e pieno di risate.....perchè eravamo tutte donne?...forse
E devo dire che ho anche pensato tanto ad Alem e Claudia...quanto mi sarebbe piaciuto prendere un caffè con loro!! Ma tra i problemi vari e i giorni lavorativi non è stato possibile ma spero la prox di riuscire ad organizzare il tutto per tempo e sfondare finalmente questa porta dei contatti virtuali e sentire le voci e guardare i volti delle "piccoline mie del web"!!
Intanto tornata a casa ecco cosa mi ha fatto trovare il mio capitano preferito




dopo averlo sezionato per poterlo cuocere con comodità






la parte della testa è andata così mentre alcuni tranci li ho considerati come una sorta di "scaloppina" ed è stato un successo : il gusto del pesce unito all'aroma delle arance di giardino hanno creato un qualcosa di insolito e gradito al palato!!!

ingredienti






2 tranci di dentice
poco burro
1 bicchiere di vino bianco secco
sale q.b.
pepe q.b.
farina per impanare i tranci
prezzemolo e maggiorana tritati
 per la salsa





buccia e succo di una arancia
1 cucchiaino di maizena
50 gr. di acqua +
qualche cucchiaio se necessario
sale q.b.




sbucciare l'arancia prendendone solo la parte gialla.
Lessare per dieci minuti la buccia



tagliare a julienne.

Spremere il succo dell'arancia, metterlo in un padellino antiaderente e sciogliervi la maizena.
Portare a cottura finchè il tutto sarà addensato e , se è il caso, cioè se viene troppo densa allungare con qualche cucchiaio d'acqua.
Filtrare per togliere eventuali grumi e salare.
Infarinare i tranci di pesce.
Far sciogliere circa 40 gr. di burro e rosolarvi i tranci come per una scaloppina.
Girare solo due volte per non correre il rischio di rompere le fette di pesce.
Sfumare con il vino bianco e portare dolcemente a cottura per 10-12 minuti.
Tenere la sala all'arancia in caldo.
Impiattare , spolverare con prezzemolo e maggiorana tritati  e "nappare" con la salsa all'arancia.
Guarnire con la julienne di buccia d'arancia


lunedì 21 febbraio 2011

1 ANNO........orgoglio di nonna!!

  
                                  



                                                                                 
                                                                                                            


                












                                                                                                    
        




AUGURI PRINCIPESSA

Le emozioni, i piaceri,le gioie....il senso della vita!!!



p.s.
la torta rossa non l'ho fatta io
le altre due si

tre torte ....se no che principessa è?...la mia naturalmente






auguri anche da Tom...il cane di mio nipote Andrea!!!

domenica 6 febbraio 2011

FILETTO IN CROSTA




una preparazione classicamente domenicale...almeno dalle mie parti e sinceramente anche poco usuale sia come zona geografica che come impostazione culinaria della sottoscritta!!!
Tant'è comunque....ubi maior minor cessat...e non sia mai detto che non soddisfi un desiderio gastronomico del mio "capitano" preferito.....
e così eccomi a preparare questa proposta anzi...richiesta e cioè il filetto in crosta di sfoglia con funghi champignon......

ingredienti

1 filetto in unico pezzo del peso di kg.1 circa
600 gr. di funghi champignon
50 gr. di olio
1 spicchio d'aglio intero
prezzemolo tritato
1 pezzetto di carota
1 piccolo gambo di sedano
sale
pepe
 e
naturalmente
1 rotolo di pasta sfoglia
1 uovo per spennellare



in una padella ho messo  a scaldare 2 cucchiai di olio e una volta caldo ho sigillato il pezzo di carne da tutte le parti compresi i laterali.
L'ho sistemato a raffreddare su una griglia sotto la quale ho posizionato un piatto per raccogliere eventuali umori rilasciati dalla carne.






Una volta freddo il pezzo di filetto ho strofinato con sale (io rosa) e pepe nero




Mentre la carne raffredda, ho affettato i funghi e saltati in padella con il restante olio e il sale, l'aglio intero, un pezzo di carota e un gambo di sedano....una volta cotti ho spolverato con prezzemolo tritato e lasciato raffreddare togliendo aglio sedano e carota.



Ho steso il rotolo di pasta sgoglia e spennellato i bordi con un uovo sbattuto con 1 cucchiaio di acqua



Ho posizionato al centro i funghi scolati da eventuale brodo di cottura






Ho poggiato sui funghi la carne




arrotolato ben stretta la pasta sfoglia sulla carne sigillandone i bordi.
Posizionato il rotolo nella teglia da forno coperta da carta forno e spennellato tutto l'involucro con l'uovo.
bucherellano prima la sfoglia con rebbi di forchetta
.
Quindi ho creato due "camini" per il vapore aiutandomi a tenerli aperti con 2 rotolini di carta da forno











Ho tenuto in forno a 200° per 30 minuti...a me piace la carne rosa all'interno.
Se si preferisce molto cotta infornare per 40 minuti.
Io seguo questa regola: in forno 20 minuti per ogni 1/2 kilo di carne o pesce da cuocere  + o -  10 minuti a discrezione del gusto.







Ho accompagnato con funghi saltati in padella, patate al forno e finocchi gratinati.

Piatto unico naturalmente!!