giovedì 29 novembre 2012

MARMALADE OR JAM....LA MIA MARMELLATA DI ARANCE NEL BIMBY

Non so se a voi capita ma a me si....molto spesso ho dei flash, dei deja vu sui miei preistorici trascorsi scolastici: e mi tornano in mente lezioni particolari o autori particolari.
Bene è il caso della marmellata di arance. Una delle cose che ricordo delle mie lezioni di inglese al liceo (forse già cercava di farsi strada la mia passione per la cucina??) è la distinzione che la docente ci sottolineò a proposito di marmellate e confetture.
Illuminandoci, appunto che in Inghilterra dicesi marmellata espressamente quella fatta con agrumi e confettura qualunque altro composto di frutta cotto con lo zucchero. E ricordo che addirittura diceva esserci una legge che regolamentava questa distinzione avendo poi un occhio di riguardo per quanto riguarda la marmellata di arance scozzesi.......che poi oggi mi chiedo se in Scozia si coltivino le arance....boh...ma non hanno bisogno di sole e caldo ?
comunque mi è venuta in mente nel momento in cui, avendo raccolto belle arance dall'albero in campagna ho deciso di farne della marmellata. Che poi è quella mia preferita....mannaggia,  e che poi non ho resistito alla fine dell'invasamento a "pulirmi" il cucchiaino!!!!!!
Quest'anno ho deciso di fare alcuni pensierini per Natale di cosine gustose fatte da me...magari saranno anche più gradite delle solite inutili cianfrusaglie di cui si va alla ricerca .....








In questo lavoro mi viene d'aiuto il bimby che per queste preparazioni è fantastico!!!!

Anzi se proprio devo dirla tutta io lo uso per marmellate, crema e besciamella e qualche risotto....difficilmente per altre preparazioni per le quali mi affido o alla macchina del pane o al mio tapino keenwood pro...un elettrodomestico che non costa poi tanto ma che ha il bicchiere trasparente perchè io se non vedo quello che impasto non mi accontento....cosa che non riesco a fare come vorrei con il bimby!
Ma senza nulla togliere alla forza del bimby eh era solo giusto per dirvi di una mia scelta personale!
Insomma ho fatto questa buonissima marmellata ed ecco alcuni mini vasetti che ho acquistato e riempito di questa bontà!
trattandosi di arance senza trattamenti chimici le bucce sono ora in parte nell'alcool al buio per un ottimo liquore e in parte voglio provare a candirle e passarle nel cioccolato....se ci riesco!
Se mi vengono bene saranno un altro piccolo cadeaux

Ingredienti


1 kg. di polpa di arance ( poco più di 1 kg. e 1/2 di arance)

la buccia (solo parte gialla) di 2 arance
2 carote medie
400 gr. di zucchero

Lavare le arance anche aiutandosi con una spugnetta.
Comincio col recuperare la parte gialla della buccia di due arance che taglio poi a julienne con un coltello ben affilato. Raccolgo le bucce e le metto a bollire per 10 minuti. Le scolo e tengo da parte.
Pelo al vivo le arance, elimino la parte centrale bianca e taglio ogni arancia in otto pezzi raccogliendo anche il succo.
Peso nel boccale  le arance che devono essere 1 kg, aggiungo lo zucchero e le carote pelate e fatte a tocchetti piccoli.
Apro una piccola parentesi a proposito delle carote nella ricetta:queste sono, tra gli ortaggi,i  più ricchi di pectina e quindi fungeranno da addensante. Non ho voluto aggiungere le mele, che anche hanno questa proprietà , in quanto le carote sono a mio parere più neutre nel gusto e poi con il loro colore aiuteranno no?
 Porto la velocità da 1 a turbo per pochi secondi. imposto il timer a 30 minuti , la temperatura a 100° velocità 2 e lascio andare senza tappo ma con il cestello capovolto sul coperchio (chi ha il bimby sa di cosa parlo).
Trascorso il tempo, aggiungo le bucce precedentemente bollite e porto la temperatura a varoma per altri 30 minuti.
Invasare appena finito e capovolgere i vasetti per creare il sottovuoto (ovviamente per i vasetti nella foto non ho potuto farlo).








metodo tradizionale:

procedere nella prima parte della preparazione. Mettere in una pentola non di alluminio le arance e il loro succo, le carote a piccoli pezzi e lo zucchero. Portare ad ebollizione e cuocere finchè le carote saranno cotte senza schiumare. Togliere dal fuoco e passare tutto al passaverdure o frullare con un frullatore ad immersione. Rimettere sul fuoco , unire le bucce e cuocere la marmellata finchè avrà raggiunto la consistenza del miele. Invasare bollente e capovolgere avvolgendo i vasetti in un panno finchè saranno freddi.

I vasetti vanno sterilizzati insieme ai loro tappi messi in acqua fredda e portata ad ebollizione per dieci minuti. Asciugare su panno pulito mettendoli capovolti.
Per i vasetti in foto: lavati con acqua bollente. La marmellata è stata preparata pochi giorni prima del cadeaux.







14 commenti:

  1. quindi in scozia coltivano le arance o no...? mhaa come hai detto tu le arance vogliono il sole hihihi e li mi sa che ce tanto freddo ^__^
    io solo la marmellata di albicocche ho fatto :(( devo rimediare perche davvero con il bimby vengono fuori delle gustose e buone marmellate..
    se riesco a trovare arance biologiche voglio fare anche io la marmellata di arance perche mi piace tanto..
    complimenti perche l idea regalo e davvero geniale e poi sono davvero carini quei vasetti...bravissima..
    lia

    RispondiElimina
  2. In effetti in Inghilterra le arance.. mah!!!! Pure io ogni tanto ho dei flash di quando andavo a scuola.. ma più che altro di tutte le monellerie che ho combinato.. povera mia mamma! ahahahaaha.. Ottima la confettura di arance.. opssss marmellata.. scherzo! so la differenza da qualche anno... Un baciotto :-)

    RispondiElimina
  3. ma sai che io faccio collezione di Babbi Natale e il tuo è bellissimo!! Queste marmellate invece sono golosissime!
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  4. Dev'essere buonissima cara!!! Proverò la tua ricetta che in più ha le carote. Carini i vasetti anche come idea per un regalino natalizio!! Un bacione.

    RispondiElimina
  5. Ti sei data da fare con le marmellate e le confetture! comunque sono molto belli i vasetti che hai usato, farai un figurone ! qualche anno fa, una tua conterranea mi ha regalato un bel cesto d marmellate fatte proprio con la sua frutta!!!sarà che a Trani vi siete specializzate in confetture? un abbraccio, Peppe.

    RispondiElimina
  6. In realtà ci sarebbe la stessa distinzione per legge anche in Italia, e addirittura si dovrebbe parlare di composte per le preparazioni in cui la frutta è più del 65%. Ma in barba alla legge a me piace chiamarle tutte: marmellata. E' una parola che sa di casa, di cose buone di una volta mentre "confettura" mi fa tanto roba da supermercato. E vuoi mettere una crostata alla marmellata vs una crostata alla confettura? Naaaaaaaaaa, nun se pò sentì :))
    La marmellata di arance è la mia preferita e la tua versione con le carote mi intriga tantissimo.
    Ma anche quella di uva è una bomba. A casa i dolci tipici di Natale non sarebbero gli stessi senza. Un bacio, buona serata

    P.S. ma come, non conosci le famosissime arance scozzesi O_O!!!

    RispondiElimina
  7. a proposito di babbi natale e di bambini...nella mia collezione c'è un babbo di cristallo di murano di quelli piccolissimi sai tipo alto 4 dita che scia con sci e racchette...bè mia figlia piccola per quanto fino allo sfinimento avessi detto che non erano giocattoli appena mi sono girata lo ha preso e ...ROTTO ! orqa sopravvive senza un braccio! Ma che vuoi fare come dicono a Napoli i figli so pezz'e cuore..e anche i nipoti !
    buona notte
    Alice

    RispondiElimina
  8. Sono già belle mature, devo solo raccoglierli e copiarti- Buon week-end---ciao.

    RispondiElimina
  9. Ciao mi sono unito al tuo blog perché mi piace molto. Non avevo mai messo le carote nella marmellata d'arance. Proverò

    RispondiElimina
  10. ma infatti, le marmellate sono solo quelle di agrumi con regolamento comunitario del 1982! le altre sono confetture.
    non sapevo della arance in scozia, ma se pensi che in olanda coltivano di tutto, dai pomodori ai peperoni etc. non mi stupisco di nulla. è questione di tecnologia. il sapore, chiara, è tutta un'altra storia. quello si trova da noi!!
    buon fine settimana

    RispondiElimina
  11. ma guarda te cosa scopro oggi io non lo sapevo che le marmellate sono solo di agrumi!!!
    la tua e' fantastica io la mangerei su una bella fetta di pane!!!
    un bacione

    RispondiElimina
  12. Una vera delizia, la proverò sicuramente!!! Baci e felice serata

    RispondiElimina
  13. Ma che assurdità scrivere ricette indicando velocità 2 o 3 o 4 iecc. per intenderci; quale inutilità per chi non ha il bimby ma altri macchinari. La lingua italiana è assai prolifica, per chi come te non lo sa, esiste la bassa, la media , la massima e tanti altri termini x indicare la velocità. Perchè non cercate di essere un pò più professionali? Scusa non vuole essere una critica come tale ma un suggerimento x migliorare. Saluti Wilma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile Wilma
      sono sempre pronta alle critiche e ai rimproveri....in questo caso l'uso del bimby nella preparazione è ben specificato nel titolo del post....quindi per chi non lo avesse (come io per tantissimi anni) il mio scritto potrebbe magari essere una sola lettura per diletto o curiosità!!...e lungi da me il desiderio di volere essere "professionale" visto che non sono una professionista ma una normale casalinga con la passione della cucina che ama condividere nel web ciò che prepara e all'occorrenza scambiare due "chiacchiere" virtuali ed educate con chi condivide spazio e passione!
      Convengo sulla prolificità della nostra lingua che sempre è pronta, a chi volesse, a fornire termini esatti per i propri discorsi e in questo caso ho preferito i numeri ( e mi scuso se non ho usato il corsivo per scriverli)per restare ferma sulla descrizione con le istruzioni del bimby che usa i numeri per spiegarci come usarlo.
      Un caro saluto con la speranza di risentirti presto magari dopo esserti stata di ispirazione con uno dei miei semplici piatti casalinghi e quotidiani...a presto

      Elimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.