martedì 13 novembre 2012

TARTARA DI TONNO ROSSO...INSOLITA



Di solito quando è a disposizione la preparo così. Ultimamente il capitano me ne ha portato uno che ho sfilettato e cucinato in vari modi ma la destinazione preferita è stata questa:










semplice facilissima se si ha tonno già sezionato!!


Ingredienti


una fetta di tonno rosso

1 mela granny smith
1/2 limone
sale
pepe
qualche foglia di lattughino

E' buona regola che il pesce da consumare crudo sia "passato" per almeno 96 ore nell'abbattitore che lo congela a -18° riducendo il rischi dei parassiti nocivi alla nostra salute. Ne parlo qui
E in genere nelle pescherie si trova già trattato.
Devo dire che qui da me la cultura del pesce crudo ( non solo a casa mia ma proprio in Puglia e nel barese in particolare) è una tradizione atavica e difficilmente estirpabile: ci piace troppo!!!!
Io non so proprio rinunciarci e dedico una cura maniacale alla preparazione  dei pesci destinati a quest'uso e fino ad ora mi è andata bene (incrocio le dita?)
Comunque torniamo a noi e a questa favolosa proposta profumatissima di mele.
Tagliare metà  mela sbucciata a cubetti piccolissimi e spruzzarli di limone. Passare l'altra metà alla centrifuga e raccoglierne il succo.
Tagliare la fetta di tonno a piccoli cubetti e raccoglierli in una ciotola. Condire con olio, sale, pepe e succo di mela.
In ogni piatto adagiare qualche foglia di lattughino e con un coppapasta formare una torretta con i cubetti di tonno. Cospargere i piatti con la bronoise di mela e servire.


6 commenti:

  1. ogni posto è bello perchè ha una sua cultura, qui non troverei pesce adatto e trattato per mangiarlo così non essendoci questa cultura, però non si finisce mai d'imparare!! un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Ottimi ingredienti azzeccatissimi, la mela si sposa benissimo in queste preparazioni.
    A Presto

    RispondiElimina
  3. ma sai che da noi invece a parte le alici marinate non si usa il pesce crudo? forse per questo non mi fa impazzire, non ho l'abitudine. ma posso capire chi sa apprezzarlo. invece sono ghiottissima di molluschi di mare crudi che da decenni non mangio più.
    buonissima giornata

    irene

    RispondiElimina
  4. Ottima questa versione! mi piace il gioco di consistenze diverse e di sapori che si crea per effetto del dolce acidulo della mela. Non ti offendere se anche io oggi pubblico la mia versione. ti abbraccio, peppe.

    RispondiElimina
  5. Deve stare benissimo con la mela, non so immaginare il sapore ma mi ispira proprio!

    RispondiElimina
  6. Qui purtroppo mi devo accontentare di cucinarlo perché non trovo facilmente il pesce ma una volta l ho mangiato al ristorante così ed è' buonissimo davvero !!!!!
    Un bacio

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.