sabato 1 dicembre 2012

LO YOGURT SENZA LA YOGURTIERA

Lo yogurt è da sempre uno dei derivati del latte che preferisco.
E' entrato a far parte della mia vita sin da quando ero bambina e di questo alimento dalle mie parti ben poche persone erano a conoscenza.
Il mio incontro con lui è avvenuto grazie ai miei meravigliosi zio Damiano e zia Rosa . Con loro ho trascorso gran parte della mia infanzia. La mia scuola era vicina a casa loro e praticamente ogni giorno era a pranzo da loro....ed è in momenti come questi che venivo a conoscenza di quegli strani vasetti di vetro con quella cremina bianca....assaggiata....bleeeeee...ma è bruttaaaa....allora lei amorevolmente e nella sua semplicità me lo addolciva con dello zucchero e così giorno dopo giorno diventò il mio dolcino dopo pasto. E zio andava con più felicità in quella latteria in centro del paese sulla via che porta alla villa comunale ad acquistare questa magia del latte che giornalmente il lattaio preparava e vendeva in quegli indimenticabili vasetti di vetro. E pensate io ne conservo ancora uno gelosamente ed eccolo qui...






che mai manco lui se vivesse di pensiero proprio si sarebbe  immaginato di finire in una foto sul pc....credo che abbia come minimo 50 anni!!!!
Poi con la commercializzazione e la filiera distributiva lo yogurt è diventato uno degli alimenti più cimportanti della colazione italiana ed io sono riuscita a farlo apprezzare anche ai miei ragazzi ma, purtroppo, solo nella versione addolcita da vari purè di frutta (io sono invece per la versione nature, arricchita da pezzi di frutta freschi e senza zucchero ovviamente).
Poi, ancora, con l'avvento della dieta Dukan nella mia vita lo yogurt ha preso prepotentemente il sopravvento ed è diventato in assoluto il mio spezzafame!!!
E ne consumo in quantità (qualche giorno anche 1/2 kg!!!!)
Ricordo di un tempo (vent'anni fa forse) in cui ci prese la mania di farcelo in casa scambiandoci i lactobacilli che sapientemente mescolavamo al latte e filtravamo per creare lo yogurt.....'na fatica!!!!
Poi ,oggi, decido di rifarmelo ancora in casa....sono in procinto di comprarmi la yogurtiera ma nel frattempo ho girovagato nel web ed ho trovato questa versione senza yogurtiera e , mentre scrivo, è lì al caldo a fermentare.....vedremo!


Ingredienti

1/2 litro di latte intero ( io, causa dieta ho usato quello parzialmente scremato e fresco)
1 cucchiaio bello colmo di yogurt naturale (io causa come sopra ho usato lo 0,1%) circa 50-60 gr.

Bollire il latte , quando raggiunge l'orlo del pentolino spegnere e togliere la panna che si forma in cima. Immergere il pentolino in un altro pieno a metà di acqua fredda per farlo intiepidire più velocemente. Dopo circa 20 minuti ciò sarà accaduto e lo verificheremo immergendo il dito nel latte senza toccare il fondo del pentolino. Se riusciamo a contare fino a dieci senza bruciarci la temperatura sarà giusta, non avendo il termometro ho optato per questo modo empirico.La temperatura esatta da misurare con un termometro per liquidi è di 38°.
A questo punto in una caraffa o ciotola sciogliere il cucchiaio di yogurt con 4 cucchiai di latte e una volta sciolto per bene unire il restante latte. Mescolare benissimo per almeno un minuto, quindi versare il tutto in un thermos, tappare e mettere al sicuro da parte in un luogo da dove non andrà agitato o mosso per nessun motivo per almeno 8 ore. 
Trascorso il tempo trasferire il contenuto del thermos in un recipiente in vetro o plastica, riporre in frigo dove lo lasceremo per altre  8 ore prima di gustarlo ricordandosi di lasciare una quantità pari a circa 60 gr.  per produrre altro yogurt con la quantità di latte indicata in questo post.





nota: è bene ricorrere ogni 4 o 5 "produzioni" a yogurt industriale come starter.


Mi piacerebbe sapere, magari da qualche amica che mi legge,da chi ha la yogurtiera se il risultato è uno yogurt compatto e cremoso o uno yogurt fluido tipo da bere!! Grazie anticipate a chi mi verrà in soccorso!!



Una considerata precisazione:
io come ho ben specificato faccio uso di latte parzialmente scremato e fresco. Ho letto che usando latte intero e a lunga conservazione si possono ottenere risultati migliori.

12 commenti:

  1. Io che sono pazza di anticagli di cucina.....trovo questo vasetto irresistibile, per lo yogurt possiedo una yogurtiera ma penso che l'unica sua funzione sia di tenere la temperatura costante sui 30 gradi se hai un posticino caldo ma non troppo , tipo vicino al un termosifone puoi farne benissimo a meno, per la compattezza ho notato che con il latte scremato mi viene piu` compatto....e prima o poi ci vado su un isola tropicale!
    francesca

    RispondiElimina
  2. Ciao Anna, io lo faccio con la yogurtiera e lo lascio dentro per 8 ore, uso i fermenti che compro in farmacia con il latte. Una volta tolto dalla yogurtiera e messo in frigor per qualche ora a me viene bello compatto e cremoso.Per intenderci se ci pianti un cucchiaino sta quasi in piedi da solo!!! Baci cara e buon week end.

    RispondiElimina
  3. 1/2 kg arrivi a mangiartene al giorno!!! beataaaa... io con st'intolleranza del cavolo.. me lo scordo!! Però sai che m'hai ricordato? 1) il latte nel vetro.. anche al paese di mio padre.. c'era un lattaio che lo vendeva così.. 2) lo yogurt buono fatto in casa di un'amica di mia mamma.. Ricordo quandoe ro piccola e l'andavamo a trovare.. lei me lo faceva sempre trovare.. ed io ci infilavo 1 cucchiaino di zucchero eprchè lo trovavo troppo acidulo! Grazie per questi ricordi.. E bravissima.. senza yogurtiera!!! smack e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un peccato non consumare il latte ed i suoi derivati come lo yogurt, percio' se hai solo una intolleranza prova ad usare le gocce di lattasi è un farmaco che si prende prima del consumo di latte e derivati e ti aiuta a non aver reazioni legate al consumo di latte.In sostanza assumi con le gocce gli enzimi che servono per la digestione o scissione del lattosio in zuccheri semplici.Questo è un consiglio , ma prima di acquistarle in farmacia parlane con il tuo medico. un caro saluto,Peppe.

      Elimina
  4. pensa che ne consumo tanto anch'io di yogurt, ma non ho ancora iniziato a farmi anche quello, e non ho la yogurtiera...però sarà buonissimo!! buon week end Anna!

    RispondiElimina
  5. Figurati anche sono una yogurt dipendente...e lo mangio solo bianco, a volte intero è troppo "formaggioso" e lo compro magro,ma non tutti sono uguali....mi piace cremoso ma non liquido e di sicurro non troppo grasso...insomma sono stucchina!!! Pensa che quando ero ragazzina e fino a pochi anni fa prima la mia famiglia, poi il mio fidanzato mi prendevano in giro perchè per me la colazione non esisteva se non avevo lo yogurt!! Ora il fidanzato, diventato marito, e la mia famiglia mangiano lo yogurt tutti i giorni!!!!!!!!!!lo dicevo io!!!!! per cui eccome se ti capisco!!!!Mi fai sapere come ti è venuto questo fatto senza yogurtiera???soprattutto se ti è piaciuto ed era cremoso che magari provo anche io!! Baci buonanotte

    RispondiElimina
  6. provero' anche io questo semplice metodo e pensare che volevo comprare la yogurtiera !un caro saluto, peppe.

    RispondiElimina
  7. Anche io da quando sono a dieta lo mangio almeno 2 volte al giorno metà mattina e metà pomeriggio però non avevo mai pensato di farlo in casa, e non ho lla yougurtiera però così come hai fattto tu sembra facile, quasi quasi ci provo:)
    buona serata
    Alice

    RispondiElimina
  8. Io ho la yogurtiera ma sono sincera visto che lo mangio solo io non la uso e preferisco comprarlo , una volta invece quando stavo dai miei allora lo facevamo sempre!!!!
    Questo modo di farlo non lo conosco ....
    Un bacio

    RispondiElimina
  9. Ciao Anna anche io lo faccio però con la yogurtiera e mi viene compatto se vai sul blog lo trovi baciii

    RispondiElimina
  10. Ottima guida. Molto personale e per questo più vera di tante altre che si trovano in Rete.
    Alba

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.