venerdì 8 marzo 2013

BISCOTTI RICETTA FROLLINI ALL'UOVO SIMIL "TARALLUCCI" MULINO BIANCO



La scorsa settimana sono andata a rispolverare qualche ricetta alternativa per dare passatempo alla piccola Viola che come ben sapete quando viene da me vuole a tutti i costi pasticciare in cucina tra nuvole di farina e scintillii di granelli di zucchero.....ovunque!!!
C'era un tempo in cui anche qui si compravano i biscotti della Barilla "Mulino bianco"  e c'era un tempo in cui sulla confezione c'era la ricetta per farli a casa (o c'è ancora? non lo so perchè non li compro)....e io scopiazzando spudoratamente mi ero segnata le varie ricetta sicura che mi sarebbero tornate utili. Fatti e rifatti tanto tempo fa questi e le cosiddette "macine".
E infatti ho rispolverato la mia vecchia agenda con la copertina piena di mimose,dove sono segnate le mie più classiche e "antiche" ricette e ho portato in cucina il profumo di questi che sono certamente tra i primi biscotti prodotti dalla famosa ditta!!




E che questa foto ci sta pure bene oggi data la giornata anche se l'agenda è datata 1993 fa ancora il suo dovere in aiuto della mia testa smemorina!!!



Naturalmente la forma dei biscotti in questione  non è come gli originali ma ho usato un semplice piccolo coppapasta e per gli altri tipi che ci siamo divertite e riprodurre anche semplici palline e cilindretti, insomma .....quel che passa il convento!





La bontà è assicurata....vi fidate?

Ingredienti
200 gr. di zucchero zefiro
100 gr. di burro sciolto e freddo
1 cucchiaio di miele
2 uova + 1 per spennellare i biscotti
1 pizzico di sale
500 gr. di farina per dolci
1 bustina di lievito


lavorare a lungo zucchero e burro fino a rendere il composto spumoso. Unire gli altri ingredienti, trasferire sulla spianatoia e lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciar riposare per mezz'ora in frigo, stendere in una sfoglia spessa mezzo centimetro ritagliare con un coppapasta, spennellare con uovo , anzi spennecchiare come dice Viola ^_^ e infornare a 180° per 10-12 minuti.


12 commenti:

  1. Ci fidiamo eccome della bontà, tanto che li voglio preparare ad Alice Ginevra per la colazione....però li mangeremo anche noi!
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  2. Ma tu guarda che bei biscottini.. chissà che buoni.. Io ho un ritagliod ella ricetta della confezione dei pan di stelle.. ancora devo provare! ahaahahah smack carissima .-)

    RispondiElimina
  3. perfetto altra ricettina da aggiungere al mio diario..
    baci

    RispondiElimina
  4. sicuramente sono piu' buoni e genuini i tuoi!!!custodiscila gelosamente la tua agenda perchè sicuramente in futuro potrà servire alla giovanissima pasticcera.saluti,peppe.

    RispondiElimina
  5. buoniiiiiii questi biscottini!! fatti in casa hanno tutto un altro gusto e sopratutto spariscono in fretta!! buon we.!!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Viola è troppo tenera ! E i biscotti devo essere ottimi roverò a farli e poi ti dico:)
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  7. Che nonna amorevole sei Viola e' davvero fortunata!!! Io non so se c'è la ricetta sui biscotti perché non li compro neanche io però si che mi segno la tua perché son sicura che sono buonissimi!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  8. E certo che ci fidiamo, poi la foto dice tutto...brava la nonna e soprattutto la nipote..buona domenica, cara!!

    RispondiElimina
  9. e pure qui Banderas ci fa un baffo anzi due !!! Appena li vede la rompina vedrai che si mette all'opera !!

    Bacio Ferny

    RispondiElimina
  10. adoro i tarallucci, li proverò!
    complimenti per questa ricetta e per questo bel blog, mi unisco anch'io ai tuoi lettori...se ti va, passa a trovarmi!
    www.dolcementeinventando.com
    Arrivo dal gruppo bloggalline, a presto!

    RispondiElimina
  11. Ah ecco! le avevi già provate le macine come hai scritto qui!
    Complimenti per la riuscita anche di questi biscotti, e complimenti anche per le bellissime ricette che ho visto qui in giro!
    A presto!

    RispondiElimina
  12. Ehi, ma è incredibile!!! Quando ho visto la foto dell'agenda, un pensiero assurdo mi è balenato in testa: ma questa Anna non sarà una mia amica sotto falso nome che è passata a casa e ha fatto la foto al MIO libro di ricette?
    Sì, perché anche io ho quell'agenda e ci sono scritte le mie ricette storiche, dalle prime cose che cucinavo a quelle che proprio non voglio perdere!
    Ciao, complimenti per le tue ricette molto invitanti.
    Dana

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.