martedì 8 ottobre 2013

CORNETTI PER COLAZIONE QUESTA VOLTA CON LI.CO.LI.


Bisogna farli lavorare i mie "pargoli" che stazionano in frigo, altrimenti si annoiano. Non posso sempre andare di pane perchè qui ne consumiamo poco e il freezer ne ha abbastanza , bello e a fette, che scongelo al momento avvolte nella carta di allumino in forno a temperatura media.

E quindi gioco almeno una volta a settimana di lievitati e quelli che mi mancano di più son quelli per la colazione. 
E' la versione con li.co.li. di queste fatte con lievito madre solido, apportando brevi modifiche. E le modifiche le ho prese dalla preziosa Claudia con cui condivido ormai da anni amicizia virtuale e passione per la cucina. 
Sono certa di sembrare superficiale e stupida quando mi soffermo su quel che il mondo virtuale ha creato nei miei sentimenti. I più son fermamente convinti che il contatto visivo e fisico sia indispensabile per poter chiamare un incontro amicizia. Qui si tratta di incontri pressocchè quotidiani ma virtuali, con qualche passaggio al telefono e tanta , tantissima voglia , da parte mia, che il virtuale possa essere messo da parte e sostituito con un incontro fatto di sguardi ,sorrisi e abbracci;  questa ragazza ha conquistato la mia attenzione e il mio cuore.
Visto che scrivendo mi sono commossa ( e ho tralasciato parecchie parole) ....meglio passare in cucina e cominciare a lavorare ^_^







Ingredienti per 12 cornetti


90 gr. di li.co.li

250  gr. di farina 00
80 gr. di farina manitoba ( io W 330)
1 uovo
50 gr. di burro
75 zucchero finissimo
95 gr. di latte
semi di mezza bacca di vaniglia 
1 pizzico di sale

Ho iniziato il lavoro alle 7 di mattina


nella macchina del pane: Ho sciolto uovo e burro nel latte tiepido. Nella macchina del pane ho inserito i liquidi cioè latte con uovo e burro, licoli., zucchero, vaniglia e farina e infine il sale. Ho avviato il programma impasto che dura 15 minuti. Ho spennellato con olio una ciotola, prelevato l'impasto, messo sulla spianatoia leggermente infarinata e roteando gli ho dato la classica forma a palla (pirlatura come per il panettone). sistemato l'impasto nella ciotola ho coperto con pellicola e  a questo punto ho seguito i consigli di Claudia nel post sulle sue brioche ....sono così contenta che anche lei si stia avvicinando al lievito madre..continua Claudia!!!
Dicevo che ho seguito il suo procedimento ed ho messo l'impasto in frigo. qui è rimasto per me  circa 10 ore.

In planetaria:
inserire nella ciotola il lievito e le farine aromatizzate con la vaniglia, il sale e avviare a velocità minima. Una volta miscelato il lievito alle farine, portare a velocità 1 e unire di volta in volta la miscela di latte, uovo e burro, alternandolo allo zucchero.
Portare a incordatura aumentando un po' la velocità, quindi procedere come sopra.


ore 22,30

 Ho ripreso l'impasto, versato sulla spianatoia infarinata e ancora freddo di frigo ho steso in un unico disco del diametro di circa 40 cm. man mano che stendevo l'impasto lo ruotavo di un quarto di giro per agevolare la forma rotonda ed essere certa di avere uno spessore uniforme della sfoglia. Tagliato in 12 triangoli aiutandomi col tagliapizza, quindi ho proceduto alla formazione delle brioche: ho dato un piccolo taglio alla base del triangolo,farcito ogni triangolo con un pezzetto di cioccolato fondente,  allargando leggermente la base con il taglio ho sovrapposto sul cioccolato schiacciando leggermente ai lati. Poi tenendo per le punte ho rotolato fino a formare le brioche.




man mano le ho sistemate sulla leccarda ricoperta con un foglio di carta forno, ricoperte con pellicola e messe nel forno spento per la seconda lievitazione.

Al mattino presto (io sono mattiniera ma devo dire che l'idea di svegliare la mia dolce metà col profumo di qualcosa di buono appena sfornato mi ha aiutata ancora di più) le brioche erano al culmine!! Ho acceso il forno a 180° statico, spennellato  con tuorlo d'uovo e latte. Vanno cotte per circa 20 minuti. La colazione fragrante e coccolosa è pronta....non mi resta che preparare il caffellatte e svegliare la mia dolce metà.










17 commenti:

  1. Anna sei dolcissima, sono sicura che un buon rapporto vituale si può trasormare in amicizia.
    Non ho parole per la ricetta, proverò anche io e ti farò sapere: mio marito li adora e, hai ragione, farlo svegliare con un buon profumino.......
    buona giornata
    Patrizia di Cucina con Dede

    RispondiElimina
  2. Molto belli i tuoi cornetti e grazie per aver fatto vedere il taglio, ora ho capito dove stavo sbagliando e perchè non mi erano venuti per bene!! Buona giornata :)

    RispondiElimina
  3. Belli gonfi e ripieni, la colazione che sogno ogni mattina e naufraga dopo che apro le due striminzite fette biscottate....

    RispondiElimina
  4. Sei dolcissima Anna...credo che qulunque cosa se condivisa possa essere considerata più che reale anche se virtuale, siamo umani e come tali abbiamo bisogno della nostra socialità chi come noi vive il mondo "blogger" può trovarla anche in uno scambio di mail e di consigli...ultimamente io non ho più il tempo di star dietro quasi a niente ma quando ho un minuto mi piace leggere anche le vostre "complicità" anche su fb....va beh mi dilungo troppo...questi cornetti farebbero rosicare anche un pasticcere!!! Quanto li vorrei e quanto vorrei farli!!! ma chissà magari un giorno ci provo....un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  5. Ciao Anna :) Che bel post, sei davvero una bella persona e sono felice di averti conosciuta... speriamo di abbracciarci presto! Claudia è speciale, una ragazza d'oro... non posso che essere d'accordo con te! :) <3 Questi cornetti sono una meraviglia, immagino la bontà! Come sai vorrei tentare l'avventura licoli ma questi sono giorni caotici e non ho ancora provato... ti farò sapere ;) Bravissima, un bacione e complimenti! Buona giornata :**

    RispondiElimina
  6. e da un pò che anche a me mancano i lievitati per colazione ... ma devo rimediare devo iniziare a lavorare con gli lievitati...
    in tanto mi gusto questo golosi cornetti che hai ben preparato..
    un abbraccione
    lia

    RispondiElimina
  7. hai brioscificato in modo meraviglioso! bravissima Annina, bacciiiii

    RispondiElimina
  8. Annaaaaa porca vacca.. mi hai fatto emozionare.. davvero!! ma che te possino! Grazie con tutto il cuore per le belle parole! Grazie.. sono affezionata molto anche io a te.. e spero un giorno di poterci abbracciare..!!!!!! Intanto offri un cornettazzo va.. smack e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  9. Sono davvero una meraviglia questi cornetti!!!! Che brava...e che pazienza!!!

    RispondiElimina
  10. Fanno venire voglia di mangiarli.


    Devi essere una bella persona.

    RispondiElimina
  11. grazie a tutte!
    sono davvero commossa per le belle parole che mi avete dedicato <3

    RispondiElimina
  12. Che belle parole Anna, siete entrambe delle bellissime persone!! Eeeee questi cornetti?? sono a dir poco favolosiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!un abbraccione!

    RispondiElimina
  13. E' vero che anche dal monitor si "sente" il feeling con alcune persone e a volte diventa anche una bella amicizia....ma se ti vengo a trovare me lo offri uno di questi cornettini favolosi? :*

    RispondiElimina
  14. Anche noi da giorni abbiamo questa voglia matta di prepararci dei cornetti, i tuoi sono favolosi, sono esattamente come quelli che abbiamo in mente noi.
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  15. Sei dolcissima e chi non comprende è uno scemo! :D I tuoi cornetti sono belli e sicuramente buoni! Quanto ne assaggerei unoooo!!

    RispondiElimina
  16. Sai che mi hai commossa Anna???
    E su Claudia hai perfettamente ragione, io l'ho incontrata a Roma, l'ho abbracciata e confermo che è una gran bella persona!
    E 'sti cornetti????..voi parlate di LM, li.co.li. e per me è come arabo..appena posso vengo da voi e studio!!!
    Vi abbraccio! tutte e due! <3 Roby

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.