sabato 27 settembre 2014

TORTA ALLE PESCHE CON FARINA DI MANDORLE

Non lo so se vi capitano quei pomeriggi un po' uggiosi come quelli di questa ultima settimana. Pomeriggi in cui sia l'aria che la luce presagiscono che ormai il vero autunno incombe.
Con questo clima la voglia di mettere mani in pasta ricomincia a prendere piede.

Un pomeriggio di pioggia quello che ha accompagnato l'evoluzione di questo dolce, nato da quel che avevo a disposizione: pesche. L'idea era di fare una torta di mele, ma non avendole  in casa mi sono adattata ad usare le ultime pesche presenti sul mercato e nel mio cestino della frutta. 
ho elaborato questa ricetta dopo aver per bene guardato cosa avessi in dispensa: poche uova, della farina di mandorle da smaltire ed ecco che il gioco è partito!
Pronta ad andare in forno in 15 minuti. 
ora venite con me in cucina e vi svelo come preparare questa torta che mi ha stupita! Umida e aromatica, semplice nella preparazione! 






Ingredienti per una tortiera da 22 cm. di diametro

3 pesche sode (circa 500 gr.)
100 farina mandorle
200 farina dolci
100 gr. di zucchero
2 uova
1 bustina lievito per dolci
1 pizzico sale
100 gr. burro liquefatto e freddo
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaio di latte condensato (facoltativo)
100 gr. di latte
1 bicchierino di limoncello (o succo di limone)
zucchero a velo per spolverare


pulire e tagliare le pesche , metà a fettine e metà a tocchetti. irrorare con limoncello o succo di limone. 
lavorare le uova con lo zucchero finchè saranno bianche e spumose. Unire il burro sciolto e freddo e quindi  aggiungere le farine miscelate tra loro con il lievito per dolci e un pizzico di sale. Far inglobare le farine alle uova e unire il miele , il latte condensato e il bicchiere di latte. Amalgamare bene tutti gli ingredienti. 
Unire al composto i tocchetti di pesca, mescolare con delicatezza . 
versare in teglia preventivamente imburrata e spolverata di farina.
Decorare con le pesche a fettine.
Cuocere in forno caldo a 170° modalità statico per 50 minuti, vale la prova stecchino.
Spegnere il forno e sfornare la torta dopo 5 minuti.
Attendere che sia fredda prima di trasferire sul piatto.






Cospargere di zucchero a velo.





ottima per ogni momento della giornata.





un dolce che vi sorprenderà come lo ha fatto con me. Potrete sostituire le pesche con le mele o altra frutta purchè soda .


6 commenti:

  1. A vederla sembra una torta di mele.. ed invece voilà.. pesche!!!! Eh si..l'autunno èarrivato.. anche se ammetto che durante il giorno a Roma fa ancora caldo soprattutto al sole... Un baciotto

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, uno dei lati positivi dell'autunno è che la voglia di tornare a pasticciare torna al galoppo! Adoro il tocco della farina di mandorle nei dolci!

    RispondiElimina
  3. Uhm che delizia...... ma alla fine quelle poche uova...... quante erano??? ^_^
    Te ne rubo una fettina, Ferna, ha l'aspetto davvero delizioso.
    Buona domenica mia cara.

    RispondiElimina
  4. Cara Fernanda
    Credo di avere tutto in dispensa... e poi la velocità di preparazione è un ottimo incentivo a preparare questa torta deliziosa!!!

    RispondiElimina
  5. Almeno questa torta penso che noi che siamo a dieta possiamo assagiarla!!!io mi prenoto per un bel pezzo.un abbraccio;Peppe

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.