lunedì 11 maggio 2015

CROSTATA RICOTTA E FRAGOLE


Qual'è per voi il dolce che  riporta indietro nel tempo? 
Qual'è per voi il dolce che più di ogni altro fa casa? 
Qual'è per voi il dolce che con più facilità sapete eseguire? 
Anche ad occhi chiusi e senza ricettario sottomano?
Per me il dolce , il peccato di gola più innocente, il pensiero di dolce che più in fretta mi assale è quello della crostata, dolce della domenica, dei pomeriggi sorseggiano un te o un caffè, delle ricette legate al cuore, che prevarica  tutti i dolci man mano entrati nella mia agenda e nel mio diario virtuale, non regge muffin, non regge ciambellone non regge nulla in confronto ad un dolcissimo triangolo profumato tagliato da una ruota decorata a scacchiera,ripiena  sia di marmellata, sia mele o crema o ricotta o abbinamenti stagionali. Una fantastica fetta di crostata insomma!!!
E allora andiamo insieme a preparare una crostata, con ricotta e con il frutto di stagione più profumato accattivante ed amato del momento: la fragola.


Ingredienti per una teglia diametro cm.22

Pasta base:

300 gr. di farina 00 (o specifica per dolci)
100 gr. di burro freddo a tocchetti
100 gr. di zucchero finissimo
1 uovo medio 
8 gr. di lievito per dolci
1 pizzico di sale
buccia grattugiata di limone bio (se gradite) o mezza bacca di vaniglia (se gradite)

Per la farcia di ricotta:

400 gr. di ricotta vaccina piuttosto asciutta
100 gr. di zucchero a velo o finissimo
buccia grattugiata di limone q.b.

Per la copertura di fragole:

300 gr. di fragole
50 gr. di zucchero semolato
2 cucchiai di acqua
2 cucchiai di rum 

Cominciamo col preparare la pasta di base per la nostra crostata:
In ciotola,setacciare farina e lievito, mescolare con lo zucchero , unire l'uovo , il burro freddo a tocchetti e il sale. Impastare fino a formare un impasto liscio e omogeneo.
Se si impasta in planetaria lavorare con il gancio a foglia.
Formare un panetto, avvolgere in pellicola e riporre in frigo per un'ora almeno ma anche di più, io ho preparato il pomeriggio per il giorno dopo.
Rivestire la teglia per la cottura con un foglio di carta forno o se preferite ungete di burro e spolverate di farina come si faceva anticamente :) .
Aspettando il riposo in frigo della base per crostata prepariamo le fragole, tagliandole a pezzi. In un padelli o che le contenga versare lo zucchero con i due cucchiai di acqua, mettere a sciogliere sul fuoco e prima che lo sciroppo diventi color caramello versare  i cucchiai di rum e le fragole a pezzi. Rigirare e cuocere per non più di tre o quattro minuti.
Versare in un colino e raccogliere lo sciroppo formatosi, mettendo le fragole poi a raffreddare in un piatto.
Ora che l'impasto base e pronto spolveriamo il piano di lavoro con della farina e adagiamoci il panetto liberato della pellicola.
Accendiamo il forno modalità statico a 180°.
con il mattarello battere la pasta per ammorbidirla e renderla duttile alla manipolazione.
Lavorare per poco tempo tra le mani e procedere alla stesura di 2/3 dell'intero impasto in un foglio che vada poi a rivestire fondo e bordo della tortiera.
In una ciotola lavorare la ricotta con  lo zucche e una volta ottenuto un composto liscio e senza grumi versarlo in teglia livellando. Ricoprire con le fragole aromatizzate al rum e sgocciolate , ormai fredde.





ora stendere il restante impasto e formare le classiche fettucce di pasta che andranno a formare la griglia di copertura della crostata.




Infornare a temperatura per circa 35- 40 minuti.



Una volta fredda e sformata volendo spennellare con parte dello sciroppo residuo della cottura delle fragole per dare alla costata un delizioso riflesso roseo.








Vi ricordo che vi aspetto anche sulla mia pagina  facebook .

6 commenti:

  1. Mah.. io quando penso al dolce veloce da fare.. effettivamente mi viene in mente la crostata.. ma classica con la confettura che più mi piace.. di ciliegie!!! La tua.. con ricottta e confettura fai da te di fragole.. è una vera golosità! un abbraccio :-*

    RispondiElimina
  2. Mamma mia quanto è invitanti questa golosa crostata, bravissima!!!!

    RispondiElimina
  3. Bellissima Anna! Non ci sono parole!!! Che dici si potrà preparare anche con altra frutta più in là?
    Un baciotto, grazie! ;)

    RispondiElimina
  4. Quando non curavo nel dettaglio la percentuale di grassi ingeriti mi strafogavo di pasta frolla, sfoglia e qualsivoglia forma burrosa ^_^ Per cui ti dico che anche per me la crostata rappresenta il ricordo più dolce.
    Oggi so che non cederò più ad una preparazione così, ma ti posso garantire che questa crostata ha un aspetto veramente perfetto.
    Hai manine magiche Ferna!!!!!
    Ti abbraccio fortissimo (mi mancava passare a salutarti). Buona giornata.

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.