venerdì 1 luglio 2011

PICCOLI POLPI AFFOGATI AL PROFUMO DEI SAPORI MEDITERRANEI



per le foto bisogna accontentarsi di queste fatte in vacanza sul Gargano...il sapore però...sublime.
Forse per l'atmosfera che c'era in quei giorni, forse perché il polpi appena pescati sono stati "battuti e arricciati" sugli scogli come la nostra tradizione comanda.
La ricetta è quella tramandata dalle scorribande in quel di Napoli quando con papà e mamma andavamo a mangiare in un tipico ristorante dell'epoca che ora non so neanche se esiste più. Si chiamava "zi Teresa" ed era proprio sul mare.
Qui servivano polpi piccolissimi cotti nei recipienti di coccio monoporzione.
Con quello che ricordo e qualcosa di mio ho aggiunto questa ricetta al mio carnet con grande successo.
A casa ho i recipienti adatti ma in vacanza ho degnamente sostituito la cottura in forno, sigillando una semplice casseruola in acciaio con della carta stagnola e lasciando andare il tutto a fuoco dolce.
Quel giorno il bottino è stato di otto polpi , quattro grandicelli che abbiamo regalato ai nostri vicini, due coppie che venivano da Parma e dopo averli eruditi su come trattarli, si sono dati da fare e hanno ringraziato per il dono così gradito!!!

ingredienti


io 3 polpi del peso complessivo di circa 250 gr.
1 cipolla rossa di tropea abbastanza grande
50 gr. di olio
1/2 bicchiere di vino rosso
1/2 peperoncino piccante
1 cucchiaio di capperi (io quelli comprati a Vieste fatti artigianalmente)
5 pomodorini ciliegino rossi e sodi
2 cucchiai di olive nere denocciolate ( io quelle che qui da noi sono cotte al forno)
1 pizzico di origano
sale q.b.






La ricetta originale prevede di cuocere in coccio coperto e in forno per 1 ora e mezza due.


Affettare la cipolla e metterla ne recipiente di cottura con l'olio, quindi unire i polpi e il vino.
Io in questo caso, non avendo né forno né coccio ho sigillato come ho spiegato prima e lasciato andare fornello finché ha raggiunto bollore, quindi a minimo per 1 ora e mezza.
nel frattempo ho sciacquato i capperi in aceto, scolati e strizzati, tagliato i pomodorini in otto e messo tutto da parte...me ne sono andata al mare.
Al ritorno ho rimesso a bollire la pentola scoperta per far restringere un po' il sughetto, quindi unito capperi olive e pomodorini, una mescolata e ho spento il fuoco.
Gli ultimi ingredienti  io  li lascio così, praticamente crudi, si ammorbidiscono nel calore del sughetto e mantengono di più il loro profumo e sapore. Un pizzico di origano a completare il tutto.
Sono fantastici con crostini di pane casereccio.





Li abbiamo gustati con degli amici che sono venuti a trovarci



....E corro a far parte dei partecipanti al contest della mitica Mammazan





13 commenti:

  1. Ossignur... eccotela qui.. nemmeno in vacanza sè fermata :-D.. bè là se ne trovano in mare di bei polpetti!!! io non vedo l'ora di andarmene in vacaza.. e vederli quando Ric me li prende dalle loro tane.. ma non ho coraggio a mangiarli.. mi affeziono ahahaahahah!!! Mi piace la ricetta.. e la scarpetta finale... smackkk cara buon w.e. :-D

    RispondiElimina
  2. ahahaha ma come fa Claudia ad affezionarsi anche ai polpi....ossignur..Anna spiegale come si mangiano!!!e poi invitate pure me a questa bella magnata...brava Anna ancora una volta ci lasci a bocca-asciutta!!!baci e buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. Cara Fernanda, andai in viaggio di nozze nel Gargano...quanti ricordi...ma questo piattino prelibato è veramente una presenza che potrebbe trovare posto posto sulla mia tavola..
    Credo che potrebbe , visto che sono monoporzioni, anche per il mio contest sul Brunch..cosa te ne pare??
    Un bacione

    RispondiElimina
  4. Non so cosa darei per avere quel piatto davanti...quello è un signor piatto...bentornata con le ricette e buon we, ciao.

    RispondiElimina
  5. Questi piatti così sublimi non si possono guardare troppo altrimenti si rischia di leccare lo schermo ... Questo piatto è davvero attraente e soprattutto sapendo che sono stati pescati-cotti e mangiati rendono il loro sapore e profumo ancora più marcato.

    Bravissime e grazie per aver condiviso la ricetta con noi

    PS: anche io avrei gradito molto un pensiero del genere...

    Baci e buona domenica

    RispondiElimina
  6. Ciao Anna ! Sapori del mediterraneo gustosissimi !!! Complimenti mi sa che avrai nostalgia di polpi così freschi.... Ma li avrai sostituti con cose ancora più buone, no ? ciao carissima !!!

    RispondiElimina
  7. ..che gioia ritrovare i piatti di "casa nostra" tra le splendide ricette dei food blog!
    Non vedo l'ora di tornare in Puglia per le vacanze e magari gustare un polpo arricciati sugli scogli che sicuramente non sarà insapore come quelli che si trovano in città! ;)
    Buona Giornata!
    Francesca di SingerFood & Chiccherie

    http://www.singerfood.com/

    RispondiElimina
  8. Sei riuscita ad affogare dei piccoli polpi..sono bellissimi la foto rende eccome
    un abbraccio mia cara e anche un bacio e felici vacanze :)

    RispondiElimina
  9. Che bel piattino!!!!
    Averlo adesso!!!!!
    Un bacione e bravissimaaaa!!!!

    RispondiElimina
  10. Fantastico questo bel piatto al sapore di mare!! il polipo mi piace molto, come tutto il pesce, e così ricco di sapori deve essere da scarpetta!!! :)

    RispondiElimina
  11. Quando arrivo da te sento un meraviglioso profumo di pesce e di mare!!!
    Golosissimi questi polipetti!!!

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.