mercoledì 29 aprile 2015

PANBAULETTO ALL'OLIO DI OLIVA


Non ho più bisogno di comprare prodotti da forno arricchiti di conservanti e alcool! Di questo sono felice, il mio lievito madre associato alla mia passione mi coinvolge a sperimentare e provare e riprovare; prendo appunti, cambio dosi aggiusto ingredienti fino a quando il risultato mi soddisfa. E condivido con voi il risultato, certa che ci sarà chi apprezzerà i miei sforzi e non sarà circoscritto agli assaggiatori ufficiali!!

A dire il vero sono alla ricerca di impasti semplici che non richiedano tecniche, farine e procedimenti troppo complessi e lunghi, insomma sono in un periodo "easy" forse perchè il resto della mia vita è estremamente incasinato in questo periodo!
Questo panbauletto sarà perfetto da assaporare con formaggio filante e prosciutto dopo averlo passato alla piastra, ma è stato anche collaudato tostato come crostino velato di burro da accompagnare a pesce affumicato


Ingredienti per due stampi (usa e getta 10x23) 


150 gr. di lievito madre rinfrescato e raddoppiato

260 gr. di latte (io parzialmente scremato)
70 gr. di olio evo
30 gr. di zucchero
7 gr. di miele
200 gr. di farina manitoba
200 gr. di farina 0
5 gr. di sale 





Nella ciotola della planetaria spezzettare il lievito madre, unire 50 gr. di latte a temperatura ambiente, le farine precedentemente mescolate e setacciate, il miele e avviare a velocità minima. Lavorare per qualche minuto e unire il restante latte poco per volta alternando anche lo zucchero, con l'ultima dose di latte unire il sale.
Ora aumentare leggermente la velocità e introdurre l'olio in due o tre volte, unendo il successivo solo quando il precedente sarà assorbito. In questa fase "giocare" con la velocità della planetaria e aiutarsi ogni tanto con il tarocco fermando la macchina e ribaltando l'impasto.
Portare ad incordatura e lasciar riposare in ciotola coperta per tre ore.
Ribaltare l'impasto su piano infarinato, dare una serie di pieghe a tre e pirlare l'impasto 



Coprire e  lasciar riposare per quindici minuti.
Dividere in due parti uguali, stendere in due rettangoli che avranno un lato lungo quanto la lunghezza dello stampo e andiamo ad arrotolare su se stessi in modo da formare due cilindri.Posizionarli negli stampi coperti di carta forno con la chiusura sotto.



Coprire con pellicola e mettere a raddoppiare in forno con lucina accesa e comunque ad una temperatura vicina ai 28° .

Accendere il forno a 180° modalità statico e togliere la pellicola che ricopre gli stampi lasciando asciugare l'impasto il tempo che il forno raggiungerà la temperatura.
Infornare per circa 30 minuti avendo cura verso la fine di coprire la superficie dei pani onde evitare che prenda troppo colore.
Raffreddare su gratella. Appena freddi procedere al taglio in fette dello spessore di 1 cm. Potremo consumare subito o congelare le fette in contenitore separando ogni strato con un foglio di carta forno e usare a piacimento. Oppure gustare come tramezzino o toast.










Vi ricordo che potete seguirmi anche sulla mia pagina facebook

24 commenti:

  1. Ecco vedi? sarebbe stato perfetto per il toast che ho pubblicato oggi.. Ti sono venuti benissimo!!!!! :-* smack

    RispondiElimina
  2. Meraviglioso, faccio spesso il panbauletto ma ora voglio sperimentare la tua ricetta con l'olio d'oliva però userò il lievito di birra perché come sai non sono una "buona mamma".
    Buon ponte del 1 maggio Anna

    RispondiElimina
  3. Super!!! Lo devo fare da una vita!! E questo mi piace davvero tanto sia come aspetto che come preparazione!! Bravissima come sempre Anna!!

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. O_O Anna è stupendo!!!ti venuto perfetto chissà che buono!!! baciiiiiii

    RispondiElimina
  6. E perfettissimo e poi ce quel toast li sotto che lo divorerei.. Sei super bravissima...e poi gli impasti sono una grande soddisfazione..
    Lia

    RispondiElimina
  7. Dopo aver assaggiato questi, penso che sia difficile tornare ai prodotti commerciali.

    RispondiElimina
  8. Meraviglia!!! Questo lo proveò al più presto...è davvero favoloso!!
    Anna tu sei una garanzia per me!!!
    Grazie mille!!!

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna!
      Una domanda: che dimensioni ha lo stampo usa e getta che hai usato?

      Grazie mille
      Monica

      Elimina
    2. ciao cara, sono gli stampi della misura 10x23 (misure esterne compreso il piccolo bordino.

      Elimina
    3. Grazie mille!!!!!!
      Felice fine settimana!

      Un bacione grande

      Elimina
  9. è superlativo! mi dispiace che la tua vita sia complicata, ma ti auguro che sia passeggero come periodo, nel frattempo continua a panificare così che vai alla grande! bacioni

    RispondiElimina
  10. Meravigliosamente perfetto!
    Sto organizzando un contest sui lievitati di va di partecipare?
    Buon 1° maggio!
    Alice

    RispondiElimina
  11. Concordo ! Addio ad alcool e conservanti ….fatto in casa vale mille volte e…vuoi mettere la soddisfazione ed il piacere di mangiarlo? é splendido! Ma tu sei insuperabile ;) ;).
    Bacio grande e buona domenica

    RispondiElimina
  12. Che splendore Anna! E' più bello e sicuramente più gustoso di quello commerciale!
    Complimenti! Un bacio!
    Rosa

    RispondiElimina
  13. che spettacolo Annina, peccato che io non sappia usare il lievito madre, mannaggia, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  14. Complimenti proprio un bel lievitato!!!

    RispondiElimina
  15. Ho acquistato L' Olio Extravergine di Oliva dell' azienda agricola Piestrasanta di Carovigno (Puglia) e l'ho usato per questa ricetta. l' ho trovato di altissima qualità con un grado di acidità bassissima testimoniato dalle analisi chimiche presenti sul loro sito web.
    l'olio extravergine di oliva ha un gusto intenso e si avverte quasi il fruttato.
    Uso quotidianamente l'olio oliva extravergine e lo ritengo un vero toccasana per la salute soprattutto per il suo alto contenuto di vitamine.

    RispondiElimina
  16. Sono estasiata dalla incredibile sofficità di questo panbauletto che ho appena sfornato. Un sapore sublime!

    RispondiElimina
  17. Al posto del lievito madre quanti grammi di lievito fresco di birra potrei mettere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Pamela, 5 gr. di lievito di birra , regolando la quantità di liquidi, ce ne vorranno un po' meno

      Elimina
  18. Al posto del lievito madre quanti grammi di lievito fresco di birra potrei mettere?

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.