giovedì 17 novembre 2016

CONFETTURA DI PERE ALLA CANNELLA


PIRUS COMMUNIS , termine scientifico che indica l'albero che con i suoi falsi frutti ci dona pomi succosi e dolcissimi.
Appartiene alla famiglia delle rosacee ed ha origine nella regione del Caucaso e Asia centrale.
I suoi "falsi frutti" derivano dall'ingrossamento del ricettacolo floreale, hanno polpa fondente o croccante.
Le varietà presenti ora sul mercato sono le più indicate per la preparazione di confetture.
Per la mia confettura ho usato pere varietà "abate".
L'ho arricchita con polvere di cannella , un profumo e sapore delizioso.
Venite con me nella mia cucina e prepariamola virtualmente insieme.
Sono sicura che vi invoglierò ad arricchire la vostra dispensa.







Ingredienti

2 kg. di pere ( peso netto kg.1,200 ca)
500 gr. di zucchero
il succo e la buccia di un limone bio
1 cucchiaino di cannella in polvere

Come sempre prima di avventurarci nella preparazione di una conserva casalinga avremo l'accortezza di prepararci i vasetti con tappi NUOVI che andremo a sterilizzare per 15 minuti in acqua  e messi a asciugare capovolti su un canovaccio pulito.

Sbucciare le pere, liberarle dal torsolo e dai filamenti e raccoglierle in una ciotola tagliandole in piccoli pezzi , irrorare con il succo di limone e la sua scorza grattugiata finemente.
Unire lo zucchero, mescolare , coprire e lasciar riposare un'ora.
Trascorso il tempo mescolare nuovamente, unire la cannella e cominciare la cottura della confettura su fiamma bassa, portando a ebollizione.




Proseguire sempre a fiamma moderata e mescolando di tanto in tanto per evitare che attacchi sul fondo.
Ci vorrà circa un'ora o poco più e la vostra confettura sarà pronta.
Verificarne la consistenza con la classica prova piattino, versare mezzo cucchiaino su un piattino e inclinarlo, la confettura è pronta quando scivola lentamente.
 se non piacciono i pezzetti di frutta basterà passare il frullatore ad immersione quando la confettura è quasi pronta, riportando poi tutto a bollore prima di spegnere la fiamma.
Versare la confettura nei vasetti asciutti, chiudere e capovolgere coprendoli con una coperta  lasciandoli raffreddare.
Per maggior sicurezza e conservabilità, dopo un'ora si può procedere alla sterilizzazione con il classico "bagno" : immergere i vasetti che saranno ancora tiepidi in una pentola sul cui fondo avremo messo un panno spesso, coprirli con acqua tiepida e un altro canovaccio e portare a bollore per venti minuti, raffreddare nella pentola.
Una volta aperto il vasetto, conservare in frigo.

Vi aspetto numerosi sulla mia pagina facebook , legata al blog .




1 commento:

  1. Buona la confettura di pere...!!! Mi piace variare dai soliti gusti 😉

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.