venerdì 30 gennaio 2009

TARALLI PUGLIESI





Conoscete la ricetta dei mitici "TARALLI SCALDATI" delle nostre parti?
La mia adorata zia Rosa (che ci ha lasciati alla meravigliosa età di 95 anni qualche anno fa) li preparava con il lievito madre e li mandava a cuocere al forno a legna...
ora vi posto la ricetta
Ingredienti 

1 kg di farina 0 o 00
12 g di lievito di birra
250 g di olio extravergine di oliva leggermente tiepido
180 g  di vino bianco
180 g di acqua tiepida
1 cucchiaio di semi di finocchio
1 cucchiaio di sale fino


Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una bella pasta liscia di colore omogeneo (io lavoro tutto nel robot tranne i semi di finocchio che aggiungo alla pasta quando la verso sulla spianatoia impastando ancora un po').Lasciar riposare per non più di mezz'ora (in inverno d'estate fare subito i taralli).
Fare dei bastoncini lunghi 12 cm.e spessi 1 cm. unirli a formare i taralli.
mettere una capace pentola d'acqua a bollire e quando bolle versarvi poco per volta i taralli che si adageranno sul fondo.quando saliranno a galla toglierli dall'acqua e metterli sulla spianatoia,
Farli asciugare quindi infornarli a calore moderato 180°modalità statico (devono diventare dorati) per ca 1/2 ora.
Consiglio di infornare nella parte più alta del forno e controllare se è necessario ruotare la teglia per uniformare la cottura.

3 commenti:

  1. Anna,avevi ragione,sono uguali a quelli toscani,a differenza del finocchio ,noi mettiamo l'anice...è proprio vero il mondo è piccolo ...e quando le tradizioni si incontrano e diventano una sola credo che sia fantastico!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  2. uuuuuu! lii faceva sempre mia nonna e la mia biszia! :)
    che buoni che sono!!!!
    grazie per la preziosa ricetta!

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.