martedì 30 agosto 2011

SARAGHI AL FORNO...semplicemente


Tornati dalla Sardegna il capitano non ha perso tempo per tuffarsi nel nostro conosciuto e pescoso mare!!
Il bottino è sempre ricco....questa volta saraghi belli grossi!!


ingredienti
3 saraghi pezzatura 200-300 gr. ca
1 rametto di timo e 1 di maggiorana freschi
1 spicchio d'aglio
1 schizzo di vino bianco
sale
olio

Nella teglia da forno porre i condimenti e rigirarci i peschi ben puliti e squamati.
Lasciare in frigo per un'oretta rigirando un paio di volte.
Portare il forno a 220°
Infornare e dopo 15 minuti coprire i pesci con un pezzo di stagnola. Proseguire la cottura per altri 10 minuti.
Fatto



lunedì 29 agosto 2011

CROSTATA CON RICOTTA, MELE CARAMELLATE E CONFETTURA DI PRUGNE



ingredienti
per la pasta:
500 gr. di farina
200 gr. di zucchero
100 gr. di olio
3 uova
scorza di limone grattugiata ( io 2 cucchiai di limoncello)
1 bustina di lievito per dolci
per questa crostata fatta in una tortiera diametro cm. 26, bastano 300 gr.di farina e relativi altri ingredienti in proporzione. Io per comodità preparo sempre la dose intera e con la pasta avanzante preparo dei biscotti, ottimi per colazione o se sono particolarmente golosa, preparo un rotolo biscottoso ripieno di marmellata!
per il ripieno:
200 gr. di ricotta addolcita con 1 cucchiaio di zucchero
3 mele caramellate con una noce di burro , 2 cucchiai di zucchero e una spruzzata di limone
2 cucchiai di confettura di prugne





Preparare la base frolla all'olio e metterla a riposo per mezz'ora, avvolta in pellicola in frigo.
Tagliare a cubetti tre mele sbucciate e in una padella con una noce di burro e lo zucchero farle "caramellare" a fuoco allegro rigirando spesso con delicatezza.
Quando sembreranno piuttosto morbide (mi raccomando devono rimanere intere) togliere dal fuoco e lasciar raffreddare.
Per questa torta in una teglia del diametro di 26 cm ho usato poco più di metà dell'impasto:
ho steso 2/3 della metà impasto (che giro di dosi!) su carta forno e ho messo nella tortiera (compresa carta forno).
Ho steso sulla base la ricotta zuccherata e ricoperto con le mele





Quindi ho distribuito la confettura di prugne sulle mele


ricoprendo poi il tutto con le classiche strisce di pasta.
Infornato a 200° per circa trenta minuti.
Una volta fredda spolverare di zucchero a velo (per non farci mancare niente!)



Non sarà esteticamente perfetta ma era buonissima!!
con la pasta avanzata ho fatto questo








un rotolo ripieno di confettura di uva fatta lo scorso anno


domenica 28 agosto 2011

RICORDI DI SARDEGNA


Basta assenze...è ora il momento di tornare nel web da protagonista e non solo da lettrice attenta .
Ci sono stati i giorni di mare, quelli di ozio, quelli di caldo insopportabile e quelli di giorni spensierati nel Sant'Elmo beach  in Sardegna














« La vita in Sardegna è forse la migliore che un uomo possa augurarsi: ventiquattromila chilometri di foreste, di campagne, di coste immerse in un mare miracoloso dovrebbero coincidere con quello che io consiglierei al buon Dio di regalarci come Paradiso. ».
Fabrizio De Andrè

a ben ragione elesse quest'isola come sua dimora per lungo tempo!




« Questa terra non assomiglia ad alcun altro luogo. La Sardegna è un'altra cosa: incantevole spazio intorno e distanza da viaggiare, nulla di finito, nulla di definitivo. È come la libertà stessa. »
.
Per la prima volta .
E no nella Sardegna dei "vips" dei mega yachts di lusso e delle mega ville di lusso.
Sono stata vicino CostaRei e precisamente a Castiàdas nei pressi di Villasimius, dove il mare è cristallino, la sabbia bianca e la natura ancora quasi incontaminata con le sue vegetazioni spontanee di mirto e tanti piccoli paesi lontani tra loro ma ognuno con un fascino incredibile!





Allora ecco per incorniciare i ricordi alcune foto fatte con la mia modestissima e precaria mano da fotoreporter da strapazzo!!




































Cagliari:





tempo nel resort:











S. Sperate, la città museo con i suoi murales:








l'animazione fantastica:


l'allegra compagnia:
















Nei pressi dell'hotel c'era una caletta......."Cala Regina"....e mi sono sentita proprio tale....ma ora  inesorabilmente devo dire...............da "cala Regina" a ..................cala la pasta!!!!
Come suggerito da un'amica di avventura ^_____^




















martedì 23 agosto 2011

L'IMMENSO.......e la sangria



Penso che la bella musica e le belle parole creino emozioni ............







la mia sangria di ferragosto

ingredienti


1/2 litro di vino rosso
3 cucchiai di zucchero
1 kg di pesche gialle a pezzi
3 chiodi di garofano
1 pezzetto di cannella
1 bicchierino di cointreau o liquore all'arancia

Sciogliere lo zucchero nel vino e unire i chiodi di garofano e la cannella, mescolare un po'.
Aggiungere il bicchierino di liquore e mescolare.
Infine accorpare le pesche e porre in frigo coprendo il recipiente.
Lasciare in infusione almeno 8 ore (l'ho preparata a pranzo per la cena di ferragosto).
Al momento di servire unire in ogni bicchiere poca bibita gassosa.
Servire molto fredda.
...e aprire con questo aperitivo una cena romantica in due a lume di candela sul balcone di casa mentre fuori tutto è calca, attesa, rumore.......




piano piano sto tornando..........

domenica 14 agosto 2011

FERIE E' ANCHE.......





Ferie è anche.....stare a casa e fare tutto quello che fai ogni giorno ma senza ...orologio al polso!!



BUON FERRAGOSTO A TUTTI I FOOD-BLOGGERS E NON......




A PRESTO.............