mercoledì 6 novembre 2013

PANE SENZA IMPASTO COTTO IN PENTOLA SOLO FARINA INTEGRALE E LI.CO.LI.


Non è certo la prima volta che eseguo il pane senza impasto. Fatto svariate volte , ma sempre con farina per pane o al limite mescolata a semola.
Da un po' di tempo prediligo la farina integrale e quindi mi mancava fare la prova con questa. e allora via!!!










Ingredienti

500 gr. di farina integrale molino Rossetto
190 gr. di lievito in coltura liquida (li.co.li.) rinfrescato
330 gr. di acqua +o-20
1 cucchiaio di olio
13 gr. di sale



Ho rinfrescato il licoli come faccio sempre partendo da 10 gr. e nell'arco della giornata sono arrivata a 190 gr. perchè nell'ultimo rinfresco non vado al raddoppio:
1° rinfresco : 10 gr. di li.co.li , 10 gr. di acqua, 10 gr. di farina di forza
 dopo 6-8 ore
2° rinfresco: i 30 gr. ottenuti , 30 gr. di acqua , 30 gr. di farina di forza
dopo 6-8 ore
3° rinfresco: i 90 gr. ottenuti,50 gr. di acqua , 50 gr. di farina di forza.

I rinfreschi si eseguono sbattendo energicamente con una forchetta o meglio ancora con una frusta elettrica usata a bassa velocità.

In una ciotola ho mescolato la farina, l'acqua e l'olio velocemente con una forchetta o cucchiaio di legno. Ho coperto e fatto riposare per mezz'ora. Avremo un impasto granuloso. Quindi ho sciolto in un paio di cucchiai di acqua tiepida il sale . Trascorsa mezz'ora ho unito all'impasto di farina il licoli, ho inglobato con le mani e unito il sale. Mescolato per bene ,  versato sulla spianatoia, date le pieghe e rimesso  nel contenitore unto d'olio, coperto e dopo 1 ora messo il contenitore nella parte meno fredda del frigo. Ci rimanga almeno dodici ore, meglio 24, massimo 36 ore.
Mettere fuori dal frigo e lasciar acclimatare il contenitore per almeno tre ore, magari mettendolo in forno con lucina accesa o avvolgendolo in una coperta.
Trascorso il tempo cospargere il piano di lavoro con della semola e versarci l'impasto. Avendolo messo in un contenitore unto d'olio l'operazione sarà facilissima e non stresseremo l'impasto. Aiutandosi con le mani e la semola sagomare l'impasto e dargli la forma di un rettangolo stretto parallelamente a noi e lungo perpendicolarmente a noi . Quidi cominciare a dargli una serie di pieghe a tre, sempre aiutandosi con tarocco e semola in quanto l'impasto è molliccio.
Fare e dare pieghe fino a quando sentiremo sotto le mani che l'impasto ha riacquistato forza. Formare una palla, pirlarlo un po' e metterlo a ricrescere in un cesto ricoperto con canovaccio e cosparso di semola.
Dopo tre ore l'impasto l'ho trovato così



A questo punto ho acceso il forno a 220° e messo nel forno pentola e relativo coperchio. Quando il forno è arrivato a temperatura ho preso la pentola ormai rovente e ci ho rovesciato dentro l'impasto lievitato così ceh la parte sotto venisse ora a trovarsi in alto. Rimesso il coperchio ho lasciato a 220° per 20 minuti quindi tolto il coperchio ho proseguito per altri 15 minuti.
A questo punto ho tolto la pagnotta dal tegame, l'ho messa sulla griglia e ho abbassato la temperatura a 180° proseguendo la cottura per altri 35 minuti. spento il forno e lasciato raffreddare in forno, con sportello a fessura (usare un cucchiaio di legno).



L'aspetto è simile ad un panettone ( r devo capire perchè ) ma la bontà è assicurata!!!!




21 commenti:

  1. Eccolo qui.... bellissimo davvero.. calcolando che è farina integrale ti son venuti begli alveoli... Anche io voglio comprare la farina integrale.. all'inizio magari proverò smezzandola con farina 0.. vedremo... Ho anche io una ricetta senza impasto da provare a breve... smack cara

    RispondiElimina
  2. Questo pane è sempre una garanzia..io lo adoro...e il tuo ha un aspetto magnifico :) Un bacione Anna !

    RispondiElimina
  3. lo faccio anch'io senza impasto ma con il lm solido:) tutto integrale mi piacerebbe ma i pupi mi stortano il nasino...rubo una fettina del tuo!

    RispondiElimina
  4. Nonho neanche la minima idea di cosa sono i licoli...mannaggia l'ignoranza!!! ...ma il tuo pane è fatto veramente bene...io sto provando ora a fare i miei primi "pani" ma per ora mi fermo al lievito di birra...poi magari mi addentrerò....buona serata cara Anna...(adoro pane e pomodoro....)

    RispondiElimina
  5. Anna se potesse questo pane parlerebbe.... sei stata bravissima... io sto prendendo appena confidenza con i licoli... una bella sfida... complimenti a te per il risultato:*

    RispondiElimina
  6. Quella fetta di pane con i pomodori e un giro d'olio extra vergine di oliva pugliese, la mangerei con piacare ora!

    RispondiElimina
  7. meravigliosa questo pane, mia cara...davvero complimenti!

    RispondiElimina
  8. Qui i commenti sono pure superflui, quella pagnotta parla da sola ed un linguaggio che riteniamo universale. La foto con la fetta e i pomodorini è proprio cattiva.....ma ti rendi conto di che voglia fa venire?
    Baciotti
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  9. Che peccato...sono appena tornato da Trani per la mia consueta lezione di cucina presso il penitenziario femminile a saperlo sarei passato per farmi omaggiare di un pezzo di questo meraviglioso pane. Come sempre mi stupisci!!!un abbraccio,Peppe.

    RispondiElimina
  10. un sogno questo pane!!!un abbraccio,Peppe.

    RispondiElimina
  11. E' stupendo!!! E come dicevo su Fb... una delle mie merende preferite è proprio pane (di quello buono, proprio come il tuo), pomodori e olio evo! Fantastico! Bravissima Anna, i miei complimenti :) <3 Un abbraccio forte forte, buona serata :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella sì che si chiama Merenda!!!baci

      Elimina
  12. Che spettacolo...quella fetta con i pomodorini è uno spettacolo!!!!
    Adoro questo pane e poi con la farina integrale ancora meglio...io la adoro!!!!!

    Un abbraccio
    monica

    RispondiElimina
  13. Anna lo sai che è il pane che preferisco quello senza impasto? andiamo a cercare ricette complicate, impasti difficili e invece questo è il migliore, lo faccio da anni e anche io con licoli, è un pane splendido...un saluto

    RispondiElimina
  14. Semplicemente spettacolare questo pane senza impasto, cottura perfetta e condimento cunzat, proprio come piace a me.
    A presto

    RispondiElimina
  15. Anna che bella sta pagnotta!!!!! Qualche giorno fa ho comprato della farina di segale e ancora sto cercando di capire come farci il pane... vedrem! Un bascione!

    RispondiElimina
  16. L'avevo visto su fb ma ora vederlo qui in tutto il suo splendore fa ancora più effetto e poi io amo il pane condito con olio e pomodoro!

    RispondiElimina
  17. Annina, sei una panettiera provetta! bacioni

    RispondiElimina
  18. questo pane sa proprio di casa ^___^ Anna amo quelle ceramiche dai disegni blu, l'estate scorsa mi son fatta portare 2 terrine con quei disegni da una coppia che viene sempre in vacanze a Cisternino.

    RispondiElimina
  19. ...ma questa ricetta è straordinaria...! non ne avevo mai sentito parlare...
    Quante cose si imparano nel mondo del web...meglio della Treccani!
    Grazie per condividere!
    Un saluto e Bentrovata
    Mug

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.