mercoledì 14 settembre 2011

SPAGHETTI ALLA POLPA DI SARAGO E CAPPERI DISSALATI





nei week-end di tutto l'anno se il mare è buono mi tocca stare con le mani a pulire e sistemare pesci di varie tipologia seguendo le stagioni.
A settembre tocca a saraghi e  polpi!
Il vantaggio di avere materia prima a disposizione mi permette di osare e giostrare alla ricerca di alternative gustose alle solite ricette collaudate!!
Lo spunto della ricetta l'ho preso un po' da qui ... e da  qui  poi si sa noi apportiamo sempre modifiche assecondando gli ingredienti a disposizione!!
volevo lo spunto e poi sono andata a ruota libera

ingredienti


400 gr. di saraghi
1/2 cipolla
1 scalogno
300 gr. di pomodoro ciliegino
1 rametto di prezzemolo
1 foglia di basilico
70 gr. di olio
sale rosa dell'himalaya
1 pizzico di origano
qualche goccia di olio santo (oppure poco peperoncino)
1 cucchiaino di capperi dissalati
300 gr. di spaghetti 103 Voiello

per il fondo:


testa e lische dei saraghi
1/2 cipolla a pezzi
1/2 bicchiere di vino bianco
qualche cucchiaio di olio
1 bicchiere di acqua



Sfilettare i saraghi e ridurli a pezzi togliendo anche la pelle e tenere da parte.


la polpa dei saraghi



tagliare a fette mezza cipolla ( non occorre farne eccessivamente sottili).
in una piccola padella versare la cipolla, l'olio , le lische e testa ( precedentemente aperta in due) dei pesci.
Far rosolare un po', bagnare con vino, lasciare evaporare.
Aggiungere il bicchiere d'acqua, un po' di sale rosa e far cuocere 15 minuti rigirando e schiacciando di tanto in tanto.
In Un'altra padella che contenga la pasta tagliare molto finemente cipolla e scalogno e con l'olio mettere a stufare su fuoco dolce girando continuamente in modo da non far dorare cipolla e scalogno




Raccogliere le lische e il loro sughetto nello schiacciapatate e pressare per recuperare il brodo.









Unire il liquido raccolto alla polpa di pesce













tagliare i pomodorini in 8 parti















Cuocere gli spaghetti e scolarli 3 minuti prima della cottura.
Versarli nella padella con il pesce , unire i pomodorini e un pizzico di origano e continuare la cottura un paio di minuti .
Impiattare decorando con capperi tenuti in acqua per mezz'ora e ben strizzati.









             


12 commenti:

  1. mmmmm da te ce sempre mare e tanta voglia di assaggiare... un piatto davvero strepitoso anche se non ho mai fatto la pasta con il sarago ma basta venire qui da te e scoprire le tante ricette.. sei una vera cuoca cara annaferna...
    p.s. si anche qui e ancora caldo non proprio africa ma caldo e i panini fatti erano perche me li avevano chiesti i miei cuccioli quindi.... ho abbandonato il caldo e ho acceso il forno ^__^
    un abbraccio e buona giornata gioia
    lia

    RispondiElimina
  2. Ammazza Anna.. questo è davvero super! quel sughino di fondo.. mamma mia.. gnamm la fortuna di essere moglie del tuo capitano! ahahahah e di vivere in un posto di mare :-( smack buona giornata .-)

    RispondiElimina
  3. Mai comprato un sarago! Semmai lo faro' verro' di nuovo a trovarti ;-)

    RispondiElimina
  4. Adoro i tuoi piatti di pesce, sanno del mare che ogni mattina ti si para davanti: come invidio i tuoi risvegli inondati di sole e di azzurro!

    RispondiElimina
  5. buonissimo Anna, e ti rubo la ricettina del fondo :)

    RispondiElimina
  6. Da provare il sarago con gli spaghetti! Ottima ed originale idea :-)

    RispondiElimina
  7. è una bella fortuna!! la ricetta è eccezionale! il brodetto di pesce con questo spaghetto è proprio ad oc! ..allora aspettiamoci polpi e saraghi x settembre :D ciao cara buona serata

    RispondiElimina
  8. Ad avercela anche noi tutta questa buona materia prima, quando si tratta di pesce noi ci illuminiamo! La pasta con i saraghi non l'abbiamo mai fatta, ma è un trionfo di sapori, con quei capperi poi!
    Era da un po' che non postavamo, a dire il vero siamo sempre fuori, io seguo Luca nel suo lavoro e Alice Ginevra è sempre con noi, a casa c'è da morire dal caldo, qui l'umidità è spaventosa e sinceramente non vediamo l'ora che rinfreschi. Abbiamo avuto solo un paio di giorni freschi.
    Ma ci teniamo tanto che tu partecipi al nostro contest, se vuoi anche fuori concorso, ma ci piacerebbe una tua ricetta nel libro per Alice Ginevra, che dici?
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  9. Un piatto fantastico, una vera prelibatezza!!! Baci e felice giornata

    RispondiElimina
  10. questo piatto è invitantissimo..bravissima!!

    RispondiElimina
  11. la tua versione mi sembra veramente strepitosa!! :) la proverò prestissimo!!

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.