lunedì 19 settembre 2011

UNA TORTA PER CASO...pandispagna con topping alle pesche

Una torta nata  di sabato mattina ...san Roberto.
E per mio genero faccio un dolce che sorprenderà anche me!!

ingredienti


pandispagna fatto con 2 uova
1/2 litro di crema pasticcera
1 quadrato di sfoglia pronta Vicenzi

per la bagna


il succo di un barattolo piccolo di pesche sciroppate
qualche cucchiaio di latte
1 bicchierino di cointreau

per il topping


2 pesche
1/2 bicchiere di acqua
1 cucchiaio di zucchero
1 e 1/2 fogli di colla di pesce Paneangeli

per decorare


pavesini
pesche sciroppate
panna





Per prima cosa  preparare il pandispagna con le dosi indicate negli ingredienti in una tortiera del diametro di cm.20.
Nel frattempo che il pandispagna cuoce preparare la crema e lasciarla raffreddare.
Pulire e sbucciare le pesche, tagliarle a pezzie ein una padella antiaderente cuocerle con l'acqua elo zucchero .
Frullarle finemente e lasciarle raffreddare.
Ammollare la colla di pesce e scaldarla come indicato sula confezione.
Una volta tiepida unire al purè di pesche.
Sagomare il quadrato di sfoglia della dimensione del fondo della tortiera ( mi è bastato togliere gli angoli in quanto la torta è di dimensioni ridotte).
spalmarci metà della crema.
Preparare la bagna per la torta con il succo di una piccola scatola di pesce sciroppate , qualche cucchiaio di latte e un po' di liquore.
Poggiare il lato superiore del pandispagna sulla base di sfoglia ricoperta di crema (quando farcisco le torte faccio sempre così perchè la parte superiore è sempre più dura e mettendola sotto per gravità si inzupperà di più   ^_^ ).
Tagliare a metà il pandispagna, bagnarlo e farcire con la crema.
Lasciarne un po' per ricoprire il bordo della torta da rivestire con i pavesini
coprire e bagnare anche l'altra metà del disco.
Ora decorare il bordo con i pavesini ( non ho trovato le lingue di gatto masarebbe stato meglio esteticament)
tagliandoli eventualmente della stessa altezza della torta.
Versare il topping alle pesche e decorare il centro e la base della torta con fettine di pesca sciroppata  e qualche fiocchetto di panna .
Porre in frigo almeno 2 ore .
Diciamo che è stata una corsa contro il tempo....richiesta ore 9.30

Pappata ore 14










Una torta pensata in fretta con quello che avevo ma che con quel fresco profumo di pesca è satat una sorpresa!!






E poi mi è piaciuto molto l'effetto dello strato superiore, allegro e non vi dico che profumo!!










16 commenti:

  1. Cara la mia Ferny, io invece sto ascoltando un rock bello duro oggi, The Who già perchè festeggio il mio anniversario wowowoowowwo e io faccio il solito fracasso ^___^ impastando il pane però ;-)

    Mi prendo una fetta di questa torta che è tanto nelle mie corde e ti mando un super abbraccio!!!
    Anche qui oggi fa proprio fresco, pioggia e cielo grigio, una meraviglia !!!!

    RispondiElimina
  2. Anna.. è strepitosamente buona questa torta.. con quella gelè di pesche.. mi piace un sacco la sfoglia sotto.. e pure l'idea di mettere la parte superiore del pds sotto così s'inzuppa di più!!!hihihih ne sai semrpe una in più! bacioni

    RispondiElimina
  3. Mamma mia che bella torta!!!!!! Posso averne una fetta????

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia di torta uno spettacolo e come dici tu lo strato superiore e' stupendo!!!Ti volevo chiedere mi hai lasciato un commento nel mio blog ma non riesco a capire cosa sono i tubetti che mi dici di tuffare nel sugo???Scusami ma non riesco a capire cosa siano!!!Un abbraccio e buon lunedi!!!

    RispondiElimina
  5. Lo sai che quando vedo i dolci vado in fibrillazione e questo è proprio favolosoooooooooo!!baci,Imma
    P.S.Ho indetto un nuovo bellissimo contest e ci terrei tantissimo se tu partecipassi mi raccomando ti aspetto e per tutti i dettagli passa dal mio blog!!

    RispondiElimina
  6. Caspita!!! Che super torta!! Vedo che te la cavi egregiamente anche con i dolci eh!!! Bravissima! Un bacione cara.

    RispondiElimina
  7. Grazie Anna del chiarimento ora ho capito qui a Roma si chiamano ditali quel tipo di pasta la prossima volta provo a farla con il sughetto delle cozze!!!Grazie anche per l'idea che mi hai dato!!!

    RispondiElimina
  8. ...e meno male che l'hai fatta a caso...una meraviglia!

    RispondiElimina
  9. Questa è una "signora" torta!!!!Bravissima.

    Per le patelle,pensavi che una "favignanese" come me non le conoscesse?Ci sono nata in mezzo alle patelle!!!(hihihihihi!!!)
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. eh, presto niente più pesche..sigh...per fortuna ci saranno quelle sotto sciroppo, ma vorrà dire che l'estate è definitivamente finita..

    RispondiElimina
  11. Cara Fernanda
    Per pigrizia non preparo mai il Pan di Spagna fatto in casa e ..
    Credo che questa tua bella torta sarebbe andata bene per il compleanno di Celeste!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  12. Sto per preparare una torta simile, con pesche e uva, spero che mi venga bene come la tua!
    Perchè hai detto che non sai se parteciperai alla sezione autunnale del nostro contest? Ci farebbe molto piacere!
    Mille baci e buona settimana
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  13. Molto, molto invitante...il genero, e non solo lui, sarà rimasto più che contento!!!

    RispondiElimina
  14. La chiami per caso...per scherzo !!! ne mangerei una fettona
    ciao felice settimana

    RispondiElimina
  15. quelle che nascono per caso..sono sempre le migliori! deliziosa cara! e poi con le pesche!! buonee!

    RispondiElimina
  16. wow, che meraviglia! e meno male che è una torta improvvisata! E' favolosa! certo tuo genero non può proprio lamentarsi ;) Un bacione

    RispondiElimina

grazie per essere passati a farmi visita,qualunque sia il vostro commento ,è gradito.
I commenti anonimi non saranno pubblicati.